Afghanistan, attacco a contingente italiano. Nessun ferito

Contingente italianoAfghanistan, 20 ottobre – Una pattuglia di militari del contingente italiano in Afghanistan e’ stata attaccata questo pomeriggio alle ore 15,30 locali (le 13 italiane), 5 chilometri a sud della base operativa avanzata di Shindand, nell’area ovest del Paese asiatico affidata al comando italiano nell’ambito della missione Isaf. Il conflitto a fuoco con forze ostili è durato circa 30 minuti, nessun militare italiano e’ rimasto ferito. L’attacco alla pattuglia, impegnata in un’operazione di controllo e bonifica degli itinerari, è stato condotto con l’utilizzo di armi leggere, mortai e lanciarazzi Rpg (rocket propelled granade).

Lo scontro ha visto impegnati i paracadutisti del 183ˆ reggimento “Nembo” di Pistoia, i bersaglieri del 7ˆ reggimento di Altamura (Bari) e i genieri del 4ˆ reggimento guastatori di Palermo. E’ stato richiesto il supporto aereo e sono quindi intervenuti due aerei dell’Isaf e gli elicotteri d’attacco italiani A129 Mangusta della task force ‘Fenice’.

Cessata l’azione di fuoco avversaria, la pattuglia italiana ha fatto rientro alla base a Shindand. Già nei giorni scorsi la stessa area era stata oggetto di attacchi di insurgent. Giovedì sera erano stati lanciati due razzi contro la base operativa avanzata del contingente italiano a Shindand. Il primo dei due razzi era esploso all’interno della Fob ‘La Marmora’ provocando lievi danni ai vetri blindati di una delle torrette di sorveglianza perimetrali, mentre il secondo ordigno aveva impattato contro il terreno all’esterno della base.

Fonte: AGI

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here