Guidonia, uomo in manette per violenze nei confronti del figlio neonato


Roma, 9 ottobre – Ecchimosi guancia destra con versamento dei vasi sanguigni degli occhi, sospetta lesione del timpano, morsi sulle cosce. È questa la prognosi dei medici dell’ospedale di Tivoli nei confronti del bambino di dieci mesi, portato al pronto soccorso, lo scorso lunedì mattina dalla mamma. La sera precedente, il papà, un ragazzo appena 23enne di Guidonia, lo avrebbe picchiato perché non smetteva di piangere. La mamma si era assentata mezzora e al suo rientro avrebbe trovato il bambino sulla culla che dormiva, apparentemente. In realtà era svenuto a causa delle numerose percosse sul viso da parte del padre. Il giorno dopo il piccolo corpicino mostrava i segni della violenza.

Fra di essi sangue dagli occhi e segni di morsi sulle gambe. Allarmata la madre lo ha portato al pronto soccorso dove i medici hanno confermato la prognosi. Ora sul padre violento pende una denuncia per maltrattamenti in famiglia, lesioni e minacce partita dal commissariato di Tivoli, diretto dal vice questore Alfredo Luzi. Da ieri, però, è agli arresti domiciliari dopo la convalida dell’arresto scattato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Le condizioni del bambino non sembrano fortunatamente gravi.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here