Pizzaioli e chef: i mestieri anti-crisi

21 ottomestieri anti-crisibre, Nazionale- Spuntano i nuovi mestieri anti-crisi, in tutta Italia aumenta la richiesta di professionisti nel settore alimentare. Al primo posto ci sono pasticcieri e gelatai con una richiesta di 26 mila persone all’anno.

Il mercato della cucina e dell’accoglienza è sempre in maggiore espansione: si passa dagli impasti al Kamut, alla cucina biologica ed ecosolidale e poi i preparati artigianali per celiaci (sono 150 mila gli italiani celiaci) e la Latte Art. Infine si espande sempre più la cucina tradizionale che si basa sulle radici del proprio territorio, presentata però in una veste nuove e moderna.

Sono tantissime le aziende che pur cercando figure professionali in questi settori non riescono a trovarle.

In Italia i pizzaioli sono uno dei mestieri anti-crisi, basti pensare che nel nostro Paese si sfornano 5 milioni di pizze al giorno e lavorano nel settore circa 100 mila addetti. Il mercato è talmente in espansione che la Scuola Italiana pizzaioli nel primo semestre 2013 ha avuto un aumento del 30 % per cento degli iscritti rispetto al 2012.

Ad Host, Il salone dell’ospitalità tradizionale, aperto in questi giorni, si possono trovare seminari e workshop. Per i baristi ci sono i mini corsi sulla sensorialità e i cup tasting per imparare la delicata preparazione di un espresso perfetto. Inoltre verrà spiegata anche la Latte Art per lavorare il latte e la sua schiuma e creare nei cappuccini vere e proprie opere d’arte.

Esistono ancora mestieri anti-crisi in cui è possibile farsi conoscere ed essere valorizzati per la propria professionalità e capacità.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here