Un plebiscito per Fontana: 87% dei voti per la conferma a segretario

FontanaTivoli, 29 ottobre – La si potrebbe definire una “maggioranza bulgara”. Per l’elezione del nuovo segretario cittadino del Partito Democratico di Tivoli non c’è stata storia. Il segretario uscente Alessandro Fontana ha ottenuto l’87% dei consensi alla guida della sezione. Un vero e proprio plebiscito che l’ha confermato alla guida del partito, grazie ad una vittoria schiacciante in tutti i circoli. Sui 1.578 iscritti, sono state ben 1.381 le preferenze con il suo nome. Fontana ha fatto man bassa in tutte le circoscrizioni, conquistando quello centrale di Tivoli con 908 consensi su 963, dominando a Villa Adriana con 373 su 515 ed a Tivoli Terme prendendosi tutti i cento voti a disposizione nei confronti della lista alternativa.

Comprensibilmente raggiante, Fontana ha commentato così al termine dello scrutinio: «Adesso dovremo elaborare una nuova proposta di governo». Il segretario, dunque, potrà contare su una maggioranza assoluta di ventidue delegati contro i soli due della minoranza probabile che, grazie ai restanti scarti di un terzo candidato, consterà di venticinque membri.

«È stato un bel congresso – ha commentato soddisfatto Fontana – partecipato, vivace, con un forte confronto di idee e progetti. Ringrazio tutte le democratiche ed i democratici per l’ampio consenso ricevuto. Ora, con la definizione degli organi direttivi, siamo attrezzati per affrontare la sfida per il governo della città. Una sfida complessa, impegnativa. Come PD, però, abbiamo l’obbligo di allargare la piazza democratica. Dovremo costruire uno schieramento riformista ampio e sarà fondamentale il coinvolgimento delle forze sociali e civiche di Tivoli per elaborare una proposta di governo in grado di offrire una prospettiva di speranza e di rinascita dopo gli anni bui di Gallotti e del centro-destra».

Social

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here