Roma 30 e lode. Come te nessuno mai

borrielloRoma, 31 ottobre – Dolcetto o scherzetto? Niente scherzi per la Roma ed il dolce è quello consegnato a tutti gli appassionati di calcio che potranno sfogliare l’almanacco e trovare il record dei giallorossi stampato. Stasera i ragazzi di mister Rudy Garcia sono entrati nella storia. Mai prima una squadra aveva vinto le prime dieci gare di fila nel campionato italiano. Trenta punti, punteggio pieno e miglior difesa non solo in Italia. Ma sarebbe riduttivo considerare ciò che ha fatto la Roma in questi mesi straordinari ragionando su cifre e numeri anche se nel calcio contano le statistiche. Il successo è quello di un ambiente intero uscito da due stagioni da dimenticare e di calciatori che hanno deciso di scrivere questa pagina di storia, insieme al loro mister e alla società. La Roma batte un Chievo ultimo in classifica non senza soffrire, tutt’altro. Questo rende la vittoria ancora più importante per il carattere e la determinazione. Due elementi di questa squadra che più volte si sono visti e citare la prestazione di Udine è più che doveroso. Alla fine risolve Marco Borriello di testa su assist di Alessandro Florenzi, con pallone che bacia il palo alla sinistra dell’estremo difensore clivense e si insacca. Un Borriello che, ai microfoni di Sky al termine del match, non pronuncia la parola scudetto, anche se l’espressione del viso la diceva tutta su ciò che probabilmente stava davvero pensando il centravanti romanista. Scaramanzia a parte, questa Roma è da scudetto.

Social

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here