Santanchè, troppe interviste e poca politica

santanchèRoma, 25 ottobre – Daniela Santanchè sta ovunque: in radio, in tv e nei giornali. Come testimoniano i numeri dell’osservatorio OccupyTv : dal 9 settembre ad oggi, la Santanchè è stata ospite in dodici diverse occasioni, eguagliata solo dal collega Maurizio Gasparri. Otto e mezzo, Omnibus, Porta a Porta, l’Arena, Virus, Quinta Colonna, non importa l’emittente o il conduttore, lei c’è sempre. Ma fuori dal monitoraggio di OccupyTv ci sono anche le ospitate ai programmi notturni (Linea Notte su Rai 3) e le interviste a quotidiani e settimanali che non è possibile contare.

In una qualsiasi giornata, accendendo la radio, la televisione o leggendo un giornale, la pitonessa compare ovunque, nella stragrande maggioranza dei casi per difendere Silvio Berlusconi dai vari attacchi. Il problema, oltre alla possibile stanchezza dei fruitori, è che la sua presenza non può dirsi altrettanto costante in Parlamento dove la Santanché colleziona l’85 per cento delle assenze in sede di voto e manca prevalentemente quando si discutono temi importanti. Non si possono conoscere gli ingaggi per le comparse televisive, se vi sono, ma possiamo sicuramente sapere una cosa: lo stipendio da parlamentare è pagato con i soldi pubblici e piacevole o meno che sia la sua esposizione mediatica, essa comporta uno spreco di denaro che va evidenziato soprattutto un momento in cui agli italiani si chiedono solo sacrifici.

Fonte: L’Espresso 

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here