“Single è meglio”, da soli aumenta il potere d’acquisto

SingleRoma, 30 ottobre – “Single è meglio, soprattutto per il portafogli”, la frase nasce da un sondaggio di SpeedVacanze, da cui emerge che i single hanno più potere d’acquisto, potendo spendere i guadagni liberamente per se stessi, senza obblighi per qualcuno.

Il sondaggio si basa su diverse domande di spesa, per single o per coppie e il risultato è impressionante: da single si risparmia circa il 41 per cento in più rispetto alle coppie.

Ad esempio nel primo caso, per un pasto al ristorante, la donna si aspetta e quasi pretende che sia il partner a pagare, comportando così una spesa eccessiva per l’uomo. Invece se si va al ristorante con un gruppo di amici, si può consumare ciò che si vuole senza la preoccupazione di dover pagare due conti.

Il secondo caso più votato per “single è meglio” è quello dei regali, soprattutto quelli di rito, come il Natale. Si sa, i regali sono tanti e aumentano ancora di più per una coppia, fra anniversari, compleanni e ricorrenze varie. Invece i single hanno modo di fare regali a se stessi e coccolarsi, ma anche scegliere regali mirati per amici e parenti, senza che sia una pretesa o un obbligo.

Infine essere single diminuisce del 26per cento le bollette telefoniche: infatti in coppia si sprecano intere ore per raccontarsi piccoli eventi quotidiani, mentre le telefonate fra amici sono speed e funzionali. L’indagine “single è meglio” è molto discussa dal punto di vista emozionale, ma sicuramente valida come indagine economica.

Fonte: Good News

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here