Atac in rivolta, prosegue la protesta con disservizi e sit-in

atacRoma, 6 novembre – Prosegue la protesta degli autisti Atac, che rifiutano di effettuare straordinari massacranti, oggi sit-in a Santi ApostoliIniziata lunedì la protesta durerà almeno tutta la settimana, ma se non dovessero esserci risultati gli autisti promettono un proseguo ad oltranza. Sono circa il 10 per cento le corse saltate, soprattutto fra le 11 e le 16, con tempi di attesa che si allungano alla banchina e mezzi invivibili e strapieni. Oggi i sindacati hanno chiamato un sit-in a piazza Santi Apostoli per mantenere alta l’attenzione sulla situazione Atac. A scendere in piazza saranno i settori trasporti di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, Pierpaolo Bombardieri, segretario di Uil Roma e Lazio, ha attaccato il Campidoglio che non si interessa e non dà risposte alla sua stessa azienda, ormai sull’orlo del fallimento «L’Atac è un’azienda al collasso, senza fondi, ma con debiti.  Senza interventi decisi, la privatizzazione sarà inevitabile. Il sit-in serve a sensibilizzare la politica sull’Atac».

Sono attesi molti chiarimenti e soluzioni sia dai vertici dell’azienda che dal Campidoglio, che sono sotto attacco proprio per le mancate spiegazioni riguardo all’utilizzo dei fondi, per i cosiddetti super minimi e per gli stipendi ad personam.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here