Elefante in fuga per le vie di Roma, evitata una nuova tragedia

elefante cittàRoma, 7 novembre – Controlli preventivi sui circhi attendati nelle nostre città, finalizzati a verificare che tali strutture rispettino tutti i requisiti stabiliti dalla legge per tutelare la pubblica incolumità pubblica e garantire il benessere degli animali detenuti. E’ quanto chiede l’Ente Nazionale Protezione Animali al Corpo Forestale dello Stato e alle istituzioni locali, dopo che oggi un esemplare di elefante indiano è scappato da un circo attendato nella Capitale ed è stato recuperato dagli agenti della Forestale in un mercato di Ponte di Nona, zona del quadrante orientale della città.

«E’ un vero e proprio miracolo se la fuga dell’elefante non ha avuto conseguenze né per l’animale né per le persone che in quel momento affollavano il mercato – dichiara il direttore scientifico dell’Enpa, Ilaria Ferri -. Questo episodio ricorda quello della giraffa che l’anno scorso è scappata da una struttura attendata ad Imola, nel Bolognese, ed è stata uccisa poco dopo la fuga.»

«In quell’occasione – prosegue Ferri – avanzammo dubbi in merito alla capacità dei circhi di gestire correttamente gli animali; oggi, purtroppo, la fuga dell’elefante indiano conferma tale posizione.» Per questo l’Enpa ritiene fondamentale che quando viene autorizzato l’attendamento di un circo siano previsti preventivi controlli scrupolosi per verificare il rispetto della normativa italiana; è inconcepibile che la vita degli animali e delle persone venga messa a rischio in questo modo.

«Quanto accaduto oggi a Roma è un motivo in più per chiudere una volta per tutte con i circhi che sfruttano altri esseri senzienti – conclude Ferri -. I quali, non appena ne hanno la possibilità fanno di tutto, anche mettere a repentaglio la loro stessa incolumità, pur di sottrarsi ad una condizione di “prigionia”.»

foto

web: www.enpa.it

Social

2 COMMENTI

  1. che articolo fasullo… l’elefante ha mangiato frutta e verdura che decine e decine di passanti gli davano divertiti…

    • Forse non hai letto bene … la tragedia sfiorata non si riferiva all’elefante che andava in giro per la città ad ammazzare persone .. ma si riferiva che l’elefante poteva morire come spesso accade. E’ un comunicato Dell’Enpa .. ente nazionale protezione animali 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here