Liberata schiava del sesso, era costretta alla prostituzione dall’ex

prostituzioneRoma, 6 novembre Ragazza rumena giunge in Italia chiamata dal suo fidanzato che le promette un lavoro e invece viene costretta alla prostituzione, minacciata, picchiata e violentata.

Il calvario di una 25enne rumena è iniziato dando fiducia al suo ragazzo, questi, già residenti in Italia, l’ha invitata a raggiungerlo perchè le aveva trovato un lavoro. Spinta dal bisogno di soldi e dalla possibilità di aiutare la sua famiglia in Romania la giovane raggiunge Roma, in zona Tor Vergata.

Qui inizia il suo incubo.

Viene affidata ad una connazionale di 24 anni che la porta subito sul posto di lavoro, in via Palmiro Togliatti, la giovane viene picchiata e minacciata di morte affinchè entri nella prostituzione e alla fine, cedendo alle violenze e ai soprusi, la donna scende in strada.

Costretta a prostituirsi di giorno, veniva poi chiusa in un tugurio al buio, senza nè acqua nè cibo, e lì violentata a più riprese e picchiata da quello che si definiva il suo fidanzato.

Alla fine la donna non ce l’ha fatta più. Sulla strada ha  fermato un auto chiedendo aiuto, il ragazzo a bordo l’ha accompagnata immediatamente in Caserma, dove la donna fra le lacrime e in stato di shock ha raccontato ai militari il suo incubo. Gli investigatori del commissariato Tor Vergata hanno preparato la trappola. Appostandosi, hanno atteso che la donna consegnasse i soldi ai suoi aguzzini e il blitz è scattato.

Sono state arrestate tre persone e condotte in carcere, l’accusa per loro è di riduzione in schiavitù, estorsione e sfruttamento della prostituzione, mentre per il “fidanzato” si aggiunge anche il reato di violenza sessuale.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here