«Troppo grasso per un nostro aereo» così un 22enne non può viaggiare

Kevin ChenaisRoma, 9 novembre Un ragazzo francese di 22 anni, affetto da una disfunzione ormonale, si era recato a Chicago per delle nuove cure, ma al ritorno la compagnia non lo fa salire sull’aereo, «Troppo grasso per un nostro aereo » anche se all’andata aveva viaggiato senza alcun problema.

Kevin Chenais, è un 22 enne francese, affetto da obesità, arrivato al peso limite di 250 kg, perchè affetto da una disfunzione ormonale, senza cure immediate rischia di morire in qualsiasi momento. Per questo, circa un anno e mezzo fa, si trasferì con la sua famiglia a Chicago, dove affrontò un delicato intervento per dimagrire, perdendo circa 20 kg, oggi pesa 226 kg.  Ed è arrivata l’ora di tornare a casa, in Francia, per continuare le cure, ma proprio qui è nato il problema, infatti la compagnia British Airways, si è rifiutata di far volare Kevin, perchè «Troppo grasso per un nostro aereo »  e la sicurezza sarebbe a rischio.

La famiglia è da una settimana bloccata a Chicago, ma nonostante le polemiche, la compagnia si difende di non poter fare diversamente proprio per la sicurezza del ragazzo e degli altri passeggeri, il rimborso in ogni caso sarà completo. Ma la famiglia di Kevin non ci sta perchè la stessa compagnia aerea aveva fatto viaggiare Kevin all’andata, quando pesava anche di più, ed è strano che non si riesca a trovare un modo per farlo tornare indietro.

Adesso l’unica soluzione sembra l’attraversamento dell’Atlantico via mare, certo un ragazzo come Kevin ha bisogno continuamente di ossigeno e di assistenza medica, per cui un lungo viaggio attraverso l’oceano non è certamente la soluzione migliore per la sua salute.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here