Bilancio, maxi stangata nella capitale. Ecco tutti gli aumenti

Roma, 22 dicembre – Maxi stangata nella capitale. Fra gli aumenti del 2014: aumenti delle multe, tassa di soggiorno più alta, aumenti in vista per il canone per l’installazione di cartelloni pubblicitari. E un occhio ai matrimoni, sperando che quelli civili aumentino.  Un disavanzo di circa 1miliardo rispetto al 2012 è il nodo con cui il Campidoglio sta facendo i conti e per riuscire a trovare i fondi, come sempre, aumentano le tasse. La cifra è il risultato derivante dalle minori risorse che arriveranno da Stato e Regione e dalle previste entrate.

Ma dove si cercheranno i fondi necessari? Complessivamente i minori trasferimenti statali e regionali si attestano attorno agli 800milioni. Sul fronte governo, al Comune arriveranno 13 milioni per istruzione, cultura e sport, cinque in più rispetto al 2013. Ma diminuiranno i contributi per il sociale, da 25 a 8 milioni. Per quanto riguarda la Regione, invece, più alti i trasferimenti al Campidoglio per il sociale e per l’ambiente. Ma il vero nodo è quello sui trasporti: nel 2014 arriveranno al Comune solo 100 milioni, cifra dimezzata rispetto al passato. Fra le novità del 2014, secondo le proiezioni, aumenterà la tassa di soggiorno: l’amministrazione conta di recuperare da quella imposta 54 milioni contro i 30 del 2013.
Ma anche il canone per l’installazione di impianti pubblicitari, che dovrebbe portare nelle casse capitoline 21 milioni e non più 1,5 milioni come nel 2013. Più controlli sulle imposte: dall’accertamento delle infrazioni dovrebbero entrare 11,5 milioni, tre volte la cifra accertata nel 2013. Parte degli introiti dvrebbe arrivare anche dalle soste a pagamento, si presume di raccogliere 3,7 milioni, la stessa somma del 2013, mentre più alta è quella che dovrebbe entrare per le multe elevate dagli ausiliari del traffico: per l’anno ormai agli sgoccioli si è potuto contare su 3,5 milioni, ma per il 2014 la cifra sale a 8,5 milioni. I romani sono avvisati: non bastano le eccessive strisce blu distribuite in lungo e in largo per tutta la città, al punto che quelle bianche sono ormai sporadiche, occorrerà fare più attenzione a dove e come si parcheggia l’auto o il motorino, se si vorrà evitare una multa. In aumento anche la somma che entrerà dai permessi del centro storico: 8,4 milioni contro i 4,1 accertati nel 2013. E pure quella per l’apertura dei cavi stradali: si passa dai 220mila euro dell’anno ancora in corso ai 933mila euro del 2014. Diminuiscono, invece, le entrate derivanti dal canone per impianti sportivi, culturali, scolastici: la cifra complessiva per l’anno prossimo non raggiungerà il milione. Il Comune confida anche nei maggiori utili delle aziende speciali e partecipate: la previsione è di far entrare nelle casse capitoline 51 milioni contro i 12 del 2013.

Ma il Campidoglio spera anche nell’aumento dei matrimoni (quelli civili): per l’utilizzo della sala rossa, di quella azzurra e del complesso del Vignola, l’amministrazione conta di guadagnare 642mila euro, 200mila euro in più rispetto al 2013. 

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here