La mostra di Archimede ai Musei Capitolini

Roma, 20 dicembre – Ai Musei Capitolini, all’interno delle sale, è allestita, fino al 12 gennaio 2014, una bellissima mostra dedicata al leggendario inventore, storico, Archimede. È Archimede di Siracusa, vissuto nel III secolo A.C. , la cui figura geniale e’ ripercorsa attraverso un percorso storico-scientifico, supportato da numerosi elementi multimediali, filmati in 3D, giochi interattivi e reperti archeologici , originali. Ho visitato la Mostra , insieme a mio figlio ed un altro amichetto, e devo dire che la risposta dei bambini e’ stata entusiasmante, sia per l’utilizzo del 3D, sia per la visione di bilance, bilancine, apribottiglie, forbici, mollette per i panni dell’epoca, e macchine da cucire: sono tutti oggetti di uso comune, frutto dell’ingegno di uno dei più grandi scienziati della Storia, senza contare progetti e macchinari che nei bambini in visita, hanno suscitato un grandissimo entusiasmo. Ci sono programmi di visita didattici, ed e’ davvero consigliabile a tutte le scuole, elementari e medie, organizzare la visita. Ma chi era davvero, Archimede? Era lo scienziato della matematica astratta e delle invenzioni, era astronomo, fisico, ingegnere e inventore. E’ stato anche un “uomo politico” che ha difeso le sue radici, la sua patria greca, fino all’invasione dell’Impero Romano. I ragazzi, i bambini, hanno una visione molto fiabesca e fumettistica, di Archimede. Lo ricordiamo nel personaggio della Disney, dove lo strampalato e stalunato inventore, progettava prestigiosi macchinari ed esilaranti invenzioni! Ci sono molti aneddoti, riportati anche nella Mostra, in cui si narra che Archimede, mentre faceva il bagno, uscì nudo dall’acqua esclamando il famoso “Héureka!” (“Ho trovato!”): aveva intuito il principio che da lui prende il nome, in base al quale “un corpo immerso in un fluido riceve una spinta dal basso verso l’alto pari al peso del volume di fluido spostato”. E chi di noi, non lo ricorda ? Tornando alla Mostra, all’interno dei Musei Capitolini, la visita, guidata e non, si articola e spazia su due filoni paralleli. Attraverso il primo filone, possiamo ammirare, ed anche in alcuni casi, azionare direttamente, e qui i bambini non si risparmiano, modelli funzionanti di congegni e dispositivi, applicazioni multimediali e filmati 3D, che consentono un veritiero ed entusiasmante viaggio nel tempo e nello spazio. Per esempio, è possibile per adulti e bambini, sperimentare direttamente il “principio della leva”, sedendosi sui due lati di una lunga panca attaccata al suolo e fissata in un punto, per mezzo di un fulcro. “Datemi un punto di appoggio, e vi solleverò il Mondo !” Il secondo filone , decisamente piu’ tecnico, riporta ed espone trattati scientifici ed i libri di Archimede, ripercorrendo gli studi e le cognizioni storico-scientifiche. Naturalmente, non mancano, all’interno dell’esposizione, numerosi ritrovamenti e reperti archeologici della Siracusa del III secolo a.C., tra cui statue, dipinti, mosaici e strumenti scientifici originali. C’è un bellissimo modello di orologio solare dell’epoca, per esempio, ed i resti di navi romane e numerose armi , inoltre un modello di vasca da bagno in terracotta, somigliante alla vasca in cui si narra del celebre episodio di Archimede, di cui ricordavo sopra. La visita ed il percorso, si articolano per un totale di 150 opere originali ed oltre 20 modelli e video; il percorso storico comprende Roma, il Mediterraneo, l’Islam e l’Occidente. Il risultato, una Mostra molto affascinante ed interessante, materiale ben allestito e proposto al pubblico, qualche spunto per tornare indietro nel tempo e con la fantasia, un motivo in più per avvicinarci nuovamente e far avvicinare i giovani, alla cultura, alla fantasia e perché no, alla matematica.

Di Alessandra Paparelli

Social

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here