San Pietro, tenta il suicidio dandosi fuoco nel piazzale

Roma, 19 dicembre- Questa mattina un 50 enne romano, residente a Tor Marancia si è dato fuoco nel piazzale anti stante San Pietro. L’uomo sposato con figli, lavora come ambulante, ma oggi non si è recato al mercato, una folle disperazione lo ha spinto al tentativo di suicidio in una delle piazze simbolo di Roma. Fortunatamente il suo gesto è stato visto da un francescano che gli ha subito gettato il mantello sopra per spegnerlo, poi l’intervento della gendarmeria vaticana, con estintori e coperte, ha evitato il peggio. Le fiamme sono state spente in non più di 30 secondi, ma il 50 enne è già in gravissime condizioni. Portato d’urgenza al Sant’Eugenio ha ustioni di terzo grado sul 50 per cento del corpo, soprattutto su torace, viso e arti superiori. Anche i due poliziotti intervenuti hanno ustioni su mani e braccia e una lieve intossicazione da fumo. Non è ancora chiaro cosa abbia spinto il 50 enne a tentare il suicidio in piazza San Pietro, le indagini sono passate al commissariato di zona, che partirà da possibili problemi economici o familiari, visto che l’uomo aveva in tasca soltanto un foglio con il numero dei figli.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here