Un 37enne perde il lavoro e si suicida nel magazzino della sua ex ditta


PoliziaRoma, 2 dicembre – Un’altra vittima silenziosa e disperata. Non ce l’ha fatta a sopportare il suo dramma e la crisi lo ha ucciso, portandolo pian piano alla distruzione graduale, sino al gesto estremo. Un 37enne aveva perso il lavoro lo scorso agosto ed è caduto vittima della depressione. Sono trascorsi tre terribili mesi prima di prendere la sua drammatica decisione: farla finita. La sua morte è avvenuta lo scorso 28 novembre in un magazzino in via Nomentana, ma la la notizia si è appresa soltanto nella giornata di oggi.

L’uomo si è impiccato proprio all’interno del magazzino dove lavorava sino allo scorso agosto, quando poi è stato licenziato. Il suo corpo è stato rinvenuto con la corda intorno al collo la mattina successiva. Ora saranno gli agenti del commissariato di San Basilio ad indagare sul caso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here