Lazio, “Di padre in figlio”: la grande festa biancoceleste. Biglietti in vendita

Roma, 18 marzo – Una festa per ricordare i momenti più belli della storia della Lazio: lo scudetto del 1974, la storica stagione del meno 9, il trionfo del 2000. Siamo infatti a 40 anni da quel giorno, in cui la Lazio sconfisse il Foggia per 1 a 0 regalando al popolo laziale il primo storico trionfo nazionale. 12 Maggio 1974 – 12 Maggio 2014. 40 anni dopo gli eroi di quella stagione scenderanno di nuovo in campo: il capitano Wilson, Oddi, Martini, Pulici, Garlaschelli, D’Amico e tanti altri, torneranno ad indossare di nuovo gli scarpini, giocando anche nel ricordo di coloro che non ci sono più. Insieme a loro anche gli artefici del secondo scudetto, quello del 2000, anno del centenario laziale. Il ritorno più atteso è quello di Alessandro Nesta, e tutti i tifosi sperano che l’ex capitano biancoceleste possa restare, magando ottenendo un ruolo all’interno dell’attuale società. Con lui nomi importanti come Veron, Simeone, Almeyda, Marchegiani, Pancaro, Favalli e tanti altri.

WILSON – Il capitano dello scudetto del ’74 parla di questa splendida manifestazione: “Abbiamo pensato di organizzare una partita per celebrare l’evento. Per ragioni di carta d’identità le formazioni saranno mischiate. Ci saremo noi del primo scudetto, ci saranno quelli del meno 9 di Fascetti, ci saranno i campioni del 2000 e alcuni rappresentanti della Lazio attuale. Ospiti speciali anche per le panchine: “Su una siederà Eugenio Fascetti, dall’altra parte ci sarà Delio Rossi, che al momento ci ha dato la sua disponibilità. Presenti anche due personalità storiche come Zoff ed Eriksson”.

DI PADRE IN FIGLIO – Il nome dell’evento è emblematico: vuole trasferire la gioia vissuta da coloro che hanno visto con i propri occhi gran parte della storia della Lazio. Un’ottima occasione per i più piccoli per rivivere le gioie che i loro padri hanno vissuto anni fa. Altro punto importante è la presenza dei figli degli eroi che sono scomparsi in questi anni: “Ci sarà Massimo Maestrelli, oltre a Stefano Re Cecconi che indosserà il numero 8 e Giorgino Chinaglia che avrà il 9 del papà. Il 10 sarà di Niccolò Frustalupi compatibilmente con gli impegni dell’Inter (essendo il vice di Mazzarri, ndr). In panchina troveranno posto Stefano Lovati, figlio di Bob, e Guido Bezzi, figlio di Gigi. Saremo 40-45 giocatori, e verranno disputati due tempi da 40 minuti. In realtà di recente è stata paventata l’ipotesi di organizzare un triangolare con calci di rigore previsti in caso di parità. Inizialmente saluteremo i tifosi, ci saranno una cerimonia e tante sorprese, anche una finale, concluderà la serata, ma non posso svelare tutto”.

BIGLIETTI E DIRETTA TV – Sono in vendita da oggi i biglietti della manifestazione che si svolgerà lunedì 12 Maggio allo Stadio Olimpico con inizio alle ore 20:45. Prezzi popolari: 3 euro per Curva e Distinti, 7 euro per accedere in Tribuna Tevere, 12 euro per la Monte Mario. I biglietti sono distribuiti dal circuito Lottomatica. Inoltre, fattore da non sottovalutare, non sarà richiesto alcun documento per il rilascio dei tagliandi, come invece succede per le gare di campionato. “Non ci sarà l’obbligo di dare il nome – aggiunge Wilson – i biglietti non saranno nominativi e tutti i ragazzi al di sotto dei 12 anni pagheranno solo 1 euro. Vorremmo riempire lo stadio il più possibile, ringrazio la Coni Servizi per la disponibilità, stiamo ultimando l’organizzazione”. La manifestazione verrà inoltre trasmessa in diretta su RaiSport 1.

.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here