Brasile, vittoria col brivido all’esordio contro la Croazia


Il Brasile di Scolari vince 3-1  all’Arena Corinthias,a San Paulo,  dopo una partita piena di sorprese. La Croazia parte forte,mettendo subito qualche brivido ai difensori verdeoro, e all’undicesimo un ottimo Olic mette al centro un cross basso per Jelavic, che cicca il pallone e sbatte sui piedi di Marcelo che insacca la clamorosa autorete, nonchè primo gol del mondiale, dell’uno a zero. Il Brasile  accusa il colpo, complice anche una non perfetta organizzazione di gioco, ma al 27′, da un’azione confusa a centrocampo, Oscar pizzica il pallone per Neymar che dalla trequarti avanza sino al limite d’area di rigore e con il suo sinistro insacca la porta difesa da Pletikosa per la rete del pareggio. La partita, comunque, è bella solo a tratti, merito soprattutto di una Croazia ben messa in campo e con Modric e Rakitic molto puntuali sia in fase di interdizione che in fase di costruzione.

Nel secondo tempo la partita non decolla ma emoziona solo per le giocate di Neymar e Oscar, quando decidono di fare qualche azione personale. Ed è proprio dai piedi di Neymar, che passa la palla a Fred e provoca il calcio di rigore, fischiato dall’arbitro giapponese Nishimura (calcio di rigore molto dubbio), che il Brasile passa in vantaggio. Infatti è proprio neymar a battere il calcio di rigore che trasforma per il 2-1 della Selecao. Ma la Croazia non si arrende e cerca il pareggio andandoci vicino un paio di volte,una volta con Modric e un’altra con Perisic; ma non c’è nulla da fare è la serata del brasile, e al 90′ Oscar parte dalla linea mediana di centrocampo e smarcandosi da due avversari sigilla il gol vittoria del 3-1 con un tiro di punta degno del miglior giocatore di calcio a cinque:un colpo da bigliardo che beffa Pletikosa e manda negli inferi un’ottima Croazia. Il Brasile c’è: gli avversari, Spagna su tutti, sono avvertiti.

Roma, 13 giugno

Social

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here