Crollo Spagna, l’Olanda fa la cinquina


Incredibile crollo della Spagna che perde 5-1 contro un’Olanda ben messa in campo e molto determinata a prendersi la rivincita di quattro anni fa: e così è stato. Le due squadre entrano in campo e partono subito forte ma è la Spagna che passa in vantaggio con una bella azione orchestrata da Iniesta che allunga la palla per Diego Costa che viene atterrato in area: calcio di rigore. Dal dischetto va Alonso che non sbaglia e insacca il gol del vantaggio spagnolo. Ma gli olandesi non ci stanno e con rabbia s’impatroniscono del centrocampo aggredendo i fantasisti spagnoli e ripartendo velocemnte con traversoni per Robben e van Persie; infatti questi movimenti si rivelano vincenti perchè al 41′ proprio su un traversone van Persie segna di testa con un meraviglioso pallonetto che incanta Casillas. Finisce qui il primo tempo.

Nel secondo tempo la storia non cambia ma per la Spagna peggiora rovinosamente; infatti l’Olanda entra in campo con ancor più energia del primo tempo e riproponendo il solito schema: rubare subito palla a centrocampo e verticalizzare per gli attaccanti e il gol del raddoppio non si fa attendere molto con Robben al 51′, che si fa trovare pronto sulla linea dei difensori e dopo aver dribblato Pique e Casillas insacca le rete del raddoppio. Da qui in poi la Spagna vive un incubo lungo quasi 40 minuti perchè la forza devastante degli olandesi non si placa anzi aumenta sempre più e macina gioco e verticalizzazioni a quantità industriale facendo andare nel pallone i difensori spagnoli, e dopo aver subito il gol del 3-1 con Wijnaldum e del 4-1 con van Persie, bravo ad Casillas dopo un incerto rinvio, ecco l’ennesima verticalizzazione per Robben che brucia tutta la difesa spagnola e dopo essere entrato in area nasconde il pallone a Casillas e segna il 5-1. In poche parole la Spagna esce con le ossa rotte e prende una dura lezione di calcio.

Social

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here