Morte Pantani, la Procura di Rimini riapre il caso. A comunicarlo, la madre Tonia

Roma, 2 agosto 2014 – Morte Pantani, riaperto il caso. “Sedici anni fa, 2 agosto Marco vinceva il Tour e quest’anno, a 10 anni della sua morte, mentre Cesenatico festeggiava la sua notte gialla non più dedicata a lui vi dò una notizia. A tutti i tifosi e a quelli che hanno creduto e voluto bene al mio Marco,il caso è aperto per omicidio”. Così su Fb la mamma del Pirata, Tonina.

Il messaggio nella notte – Un messaggio scritto in seguito alla decisione della Procura di Rimini di riaprire il caso suilla morte del ciclista romagnolo. Il post è stato scritto nella notte dalla donna circa sette ore fa e nel giro di poche ore ha raccolto più di 640 mi piace, un’ottantina di condivisioni e centinaia di commenti. La maggior parti dei tifosi del campione sono di speranza perché sia svelata la verità.

Il commento di Renato di Rocco – “La verità ovviamente è sempre l’obiettivo da raggiungere, a distanza di tanti anni si riapre una ferita». Il presidente della Federazione ciclistica italiana, Renato Di Rocco, commenta così all’Adnkronos la notizia della riapertura del caso sulla morte di Marco Pantani. La procura di Rimini sta indagando su quanto accaduto al residence ‘Le Rosè di Rimini il 14 febbraio 2004. “La famiglia ha sempre lavorato e insistito per raggiungere la verità assoluta, di argomenti bui e passaggi non chiariti ce ne sono abbastanza -prosegue il numero uno della Fci-. Ci sono stati molti libri e molte valutazioni a riguardo, qualche tratto nero nella vicenda si evidenziava, poi ovviamente sarà il giudice a fare chiarezza

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here