Ciclismo: manifestazione di protesta contro omofobia, davanti al Colosseo


Manifestazione di protesta e sostegno davanti al Colosseo, il ciclismo dice NO all’omofobia. La squadra Continental ha partecipato all’iniziativa promossa dalla Anddos sulle differenze. “Per noi lo sport è uno spazio di condivisione e accoglienza”.

La Mg KVis in prima fila contro le discriminazioni e l’omofobia. Tutto lo staff societario e tecnico si è radunato sotto l’Anfiteatro Flavio per le foto ufficiali della nuova maglia e della nuova bici Carrera SL 730: il team del presidente Demetrio Iommi ha voluto aderire all’iniziativa promossa dall’Associazione Anddos, attiva in tutta Italia con ben 62 circoli e 115.900 associati. “Lo sport come messaggero di valori per educare anche alle diversità nella società di oggi – sottolinea il team manager Angelo Baldini della Mg KVis Vega Norda – il ciclismo è una disciplina fatta di passione, sacrificio, abnegazione e vuole dare sempre più un’immagine trasparente di lealtà sportiva: per noi lo sport deve diventare uno spazio anche di socializzazione, di condivisione di valori, di accoglienza. Abbiamo nel nostro roster tanti giovani promesse che s’impegnano quotidianamente per essere un modello vincente anche al di fuori del contesto sportivo”.

8 febbraio 2015 

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here