Tenta il suicidio nella sua azienda a Lariano, gravissimo imprenditore

Tenta il suicidio nella sua azienda a Lariano: un imprenditore 43 enne lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola in testa

Un imprenditore di 43 anni si è ucciso nella mattinata di ieri, sabato 20 giugno 2015, nell’ufficio della sua azienda a Lariano. L’uomo, titolare della Siet, azienda che si occupa di impianti elettrici industriali, si è sparato un colpo di pistola in testa ed è stato trovato verso le 8:30 dalla sua segretaria che ha chiamato immediatamente i soccorsi.

Il ricovero all’Ospedale San Camillo di Roma è stato immediato e ora l’imprenditore si trova in fin di vita. Prima di arrivare nella Capitale, l’imprenditore era stato trasportato d’urgenza a Velletri, ma poi si è deciso di sfruttare l’eliambulanza. Non ha mai ripreso conoscenza e la prognosi non è positiva. L’ipotesi più concreta è quella del tentativo di suicidio a causa dell’azienda in crisi: la compagna del 43 enne, inoltre, aspetta un figlio.

I problemi della Siet erano stati affrontati insieme ad alcuni dipendenti: in particolare, diverse ditte non potevano pagare i lavori e l’uomo si è trovato privo di liquidità, come raccontato da Il Messaggero. L’impossibilità di pagare i prossimi stipendi avrebbe maturato in lui l’idea del suicidio.

Social

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here