Casa, la Regione Lazio abolisce le Ater: nasce l’azienda unica


La Regione Lazio abolisce le Ater: al posto delle sette aziende finora funzionanti verrà attivata l’Areps, dotata di uffici territoriali

Nella mattinata di ieri, mercoledì 1° luglio 2015, è iniziato il percorso della proposta di legge che riformerà le Ater laziali (Aziende Territoriali per l’Edilizia Residenziale). L’assessore alle Infrastrutture, Politiche Abitative e Ambiente della Regione Lazio, Fabio Refrigeri, ha presentato il progetto nella Commissione Politiche della Casa. La riforma prevede l’abolizione delle sette Ater che attualmente gestiscono 70 mila case popolari in tutta la regione per creare una azienda unica, l’Areps (Azienda Regionale per l’Edilizia Pubblica e Sociale del Lazio), dotata di sette uffici territoriali (Roma, Provincia di Roma, Civitavecchia, Latina, Frosinone, Viterbo e Rieti).

Come ha sottolineato Refrigeri:

La nuova struttura dovrà gestire anche l’edilizia sociale che si rivolge a fasce diverse di cittadini. Restano ovviamente le articolazioni territoriali, che dovranno pensare alla manutenzione degli alloggi, alle assegnazioni, al controllo. Mentre viene accentrata la governance dell’azienda e la gestione. Con questa proposta cerchiamo anche di dare unitarietà all’azione della Regione nel campo dell’edilizia residenziale pubblica: il fabbisogno nella nostra Regione cresce sempre più. Non solo dunque una riduzione dei costi, ma anche un aumento dell’efficacia nell’attuazione delle politiche abitative regionali.

La proposta dovrebbe essere in grado di eliminare ben 117 incarichi con un risparmio di un milione di euro ogni anno. Nel corso della prossima settimana, inoltre, sarà illustrata la proposta dei consiglieri del Movimento 5 Stelle sullo stesso argomento e la Commissione dovrà decidere se adottare un testo base oppure unificare le due proposte.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here