Dog Training, riconosciuti dal Cen gli standard di riferimento


Al traguardo il riconoscimento della professione del Dog Training Professional (Formatore Cinofilo) in Europa

Si è conclusa la terza importante riunione del CEN per la elaborazione e definizione di standard di riferimento per la professione del dog training su tutto il territorio europeo.

Si è trattato di un incontro molto importante che prosegue i lavori della precedente riunione del 14 luglio e che si pone come conclusivo di un lungo percorso che ha visto la cooperazione di numerose rappresentanze unite per giungere a un risultato condiviso.

Il percorso vedrà la sua logica conclusione il prossimo 9 novembre a Lisbona dove i membri al tavolo apporranno la firma e il documento sarà ufficializzato da parte del CEN.

Con grande soddisfazione, F.C.C. (Organismo di Certificazione nel settore della cinofilia) che ha promosso in sede CEN il progetto dopo uno studio di circa 5 anni, vede concludersi positivamente l’iter di definizione dei requisiti della professione e ringrazia tutte le rappresentanze europee e italiane presenti che hanno contribuito al raggiungimento di questo ambizioso traguardo.

Il Presidente del tavolo la Dott.ssa Marconi ringrazia tutte le associazioni europee partecipanti per il loro contributo all’elaborazione della norma di riferimento per la figura professionale del Formatore cinofilo, che coinvolge addestratori, istruttori, educatori e operatori cinofili.

In particolare, ringrazia la Segreteria UNI nella persona della Dott.ssa Mocchio, il Project Leader Tamburrini e il Vicepresidente Dott. Tidu per la loro alta professionalità e capacità di mediazione che hanno permesso la democraticità del confronto.

Il successo è stato determinato dalla consapevolezza della necessità e dell’urgenza di una regolamentazione del settore cinofilo (attesa da più di vent’anni) nell’idea che il CEN/WS 78 determinerà una razionalizzazione del settore verso una dimensione di crescita, efficienza e qualità.

La caratteristica del documento elaborato è quella della omnicomprensività del settore attraverso la creazione di meccanismi uniformi e di un linguaggio comune che si adattino a tutte le realtà cinofile europee ed è frutto di un confronto su
obiettivi, metodi e criteri di valutazione.

Il CEN/WS 78 è stato concepito per poter essere utilizzato e adattarsi ai criteri di classificazione qualificativi previsti dal Quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente (EQF ’08), è in linea con i sistemi nazionali e europei di qualifica professionale e con le politiche UE sulla mobilità professionale in Europa.

Il CWA è un primo passo verso la messa a punto di standard minimi di qualità nel settore che consentirà agli esperti di dimostrare con più chiarezza la propria professionalità e di creare maggiore trasparenza tra le organizzazioni che svolgono attività di addestramento.

Sicuramente il CWA avrà un forte impatto sul mercato individuando dei parametri di riferimento per il miglioramento delle professionalità e, allo stesso tempo, contribuirà a prevenire la proliferazione di istruttori non adeguatamente preparati al fine di salvaguardare la tutela del consumatore e il benessere dell’animale.

Per F.C.C. rappresenta un grande successo.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here