La morte di Christian Dior, il padre del New Look, il 24 ottobre 1957


 Christian Dior è stato senz’ombra di dubbio uno degli stilisti più importanti del XX secolo, tanto che già all’esordio fu ribattezzato come il rivoluzionario del settore. Nacque a Granville, un paese situato nel nord della Francia, il 21 gennaio 1905. Era il secondo dei cinque figli avuti da Alexandre Louis Maurice Dior e Isabelle Cardamone. La famiglia si trasferì a Parigi e lui crebbe proprio nella Capitale francese, città in cui ebbe modo di ammirare l’arte. Per volere del padre, nel 1925, si iscrisse all’École des Sciences Politiques per diventare un diplomatico, ma poi Christian Dior prese tutt’altra strada e aprì una galleria d’arte proprio grazie a un prestito che gli concesse la famiglia. Riuscì ad ospitare opere di artisti importanti, ma dopo poco fu costretto a chiudere a causa della morte dei genitori e del fratello maggiore, dolore al quale si aggiunse anche il crollo dell’azienda di famiglia.

Non fu certo facile per Christian Dior ricominciare da capo, ma lui si rimise in carreggiata e vendette i propri disegni alle case di moda, per poi trovare lavoro da Robert Piquet. Lì rimase finché non fu chiamato alle armi. Al rientro in patri andò a lavorare nella maison Lucien Lelong. L’occasione d’oro arrivò nel dopoguerra, nel periodo in cui la Francia doveva rialzarsi in piedi dopo la distruzione del conflitto mondiale: un amico lo chiamò per salvare una ditta d’abbigliamento appartenente a Marcel Boussac, un rinomato produttore di stoffe. Dior e Boussac parlarono e decisero di aprire la maison Dior.

Lo stilista trovò ispirazione nei vestiti femminili di fine Ottocento e realizzò abiti iperfemminili e rivoluzionari per l’epoca in cui viveva. Christian Dior modificò le silhouette e le lunghezze dei vestiti, ai quali diede linee morbide (abiti caratterizzati da spalle rotonde, messa in risalto della vita e gonne a campana). Il lancio delle prime collezioni, Corolla ed Eight, avvenne il 12 febbraio 1947  e universalmente furono ribattezzate “New Look”. Il successo per Christian Dior fu immediato e negli anni a seguire influenzò inevitabilmente la moda, riuscendo a riportare lustro a Parigi che, dopo aver dominato la scena della moda dal XVIII secolo, viveva un periodo caratterizzato più da ombre che da luci.

E l’enorme quantità di successo ottenuto, che gli permise di dominare nel settore per un decade, lo portò a lanciare anche i profumi già dal 1947. Fortunato negli affari, ma non altrettanto nel privato. Christian Dior si sentiva solo e quando trovò l’amore la fortuna gli voltò le spalle: durante un soggiorno a Montecatini morì improvvisamente. Era il 24 ottobre 1957

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here