La PlayStation, il mito che ha segnato un’epoca, in commercio il 3 dicembre ’94


Era il 3 dicembre 1994 quando in Giappone uscì la PlayStation, la console che ha definitivamente rivoluzionato il mondo dei videogiochi.  La sua nascita la si deve alla progettazione dello SNES (Super Nintendo Eintertainment System) avvenuta in collaborazione con la Nintendo. Il mancato accordo tra le due società portò la società creatrice del Game Boy a cancellare il progetto e a trovare un accordo con la Philips. Tuttavia, la Nintendo fece marcia indietro e tornò a bussare alla porta della Sony. Le due società arrivarono al completamento del prototipo  del lettore esterno della cosiddetta PlayStation. Ancora una volta l’idillio tra le due parti terminò, ma la Sony portò avanti il progetto e creò altri prototipi in grado di sfruttare i 32 Bit.

La Sony annunciò nel 1993 la prossima uscita della PlayStation, una console all’avanguardia che doveva fare il suo ingresso in un mercato, quello degli anni Novanta, dominato da Nintendo e Sega. Furono vagliati diversi nomi e risultò difficile anche la scelta del logo, ma il 3 dicembre 1994 la PlayStation fu commercializzata (negli Stati Uniti uscì il 9 settembre 1995 e in Europa il 29 settembre 1995) e il successo fu immediato grazie all’alta qualità delle prestazioni, alla vasta gamma di videogiochi offerti e alla decisione di puntare sul supporto di Cd audio. La PlayStation, infatti, in questo modo si trasformò in un impianto stereo. Senza contare che il fenomeno della pirateria si sviluppò a macchia d’olio: in Europa il costo della modifica della console, che permetteva di poter utilizzare cd masterizzati, non fece altro che favorire la modifica non autorizzata.

Per sei anni fu un vero e proprio dominio e in totale le unità vendute durante gli anni di commercializzazione furono 102.49 milioni e il gioco più diffuso fu Gran Turismo, del quale furono venduti  10.95 milioni di copie.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here