Euro 2016, è festa Azzurra: l’Italia vince contro la Spagna e vola ai quarti

L'Italia parte bene e controlla il gioco sin dall'inizio. Trova il gol del vantaggio con Chiellini e poi nel finale del secondo chiude la partita con Pellè


Quella contro la Spagna è una lotta impari per Antonio Conte, il ct della Nazionale italiana, ma questo non rappresenta un freno perché l’obiettivo è disputare gli Euro2016 e senza alcun rimpianto. Nonostante la forza delle Furie Rosse, il ct sa di poter colpire gli avversari e nella conferenza stampa tenutasi ieri ha avvisato del Bosque: “Possiamo fare qualcosa di straordinario, anche loro devono stare attenti a noi“. Non c’è Candreva a causa di un infortunio, mentre sulla sinistra è stato De Sciglio a vincere il ballottaggio con Darmian.

Italia-Spagna scendono in campo sotto al diluvio, ma questo non ferma gli Azzurri, che partono aggressivi sin dal primo minuto e si proiettano in avanti alla ricerca di un varco vincente nella difesa avversaria. Dopo 8′ arriva la prima occasione da gol con Pellè che stacca di testa e devia in porta il cross di Florenzi su calcio di punizione, ma De Gea non si fa sorprendere e gli nega la gioia del gol. Poco dopo è Giaccherini a disperarsi perché la sua rovesciata finisce sul palo grazie al secondo intervento del portiere, tuttavia l’azione viene fermata dall’arbitro che segnala un calcio di punizione per la squadra capitanata da Sergio Ramos. Per un’iniziativa offensiva degli spagnoli bisogna aspettare il 20′ e in questo caso la difesa italiana copre bene sul tiro di Fabregas, murato da De Sciglio al limite dell’area di rigore. Intorno alla mezz’ora di gioco, nonostante un momento in cui ritmi sono calati, l’Italia si ripropone in avanti e Ramos rischia l’autogol nel tentativo di spazzare via il pallone. Gli uomini di Conte restano in attacco e guadagnano un calcio di punizione al limite dell’area spagnola sul quale va Eder e proprio il calcio piazzato è determinante perché De Gea non blocca il pallone, Giaccherini si avventa sulla ribattuta e alla fine è Chiellini ad allungarsi e a segnare il gol del vantaggio. E al 43′ una buona ripartenza degli Azzurri viene sprecata da Florenzi, che crossa male e non trova nessuno dei suoi compagni. Il primo tempo si chiude con il vantaggio meritato dell’Italia, che nell’arco dei 45′ minuti di gioco è sempre stata superiore ed è riuscita ad annullare gli avversari grazie alla continua pressione.

Del Bosque effettua subito un cambio e inserisce Aduriz al posto di Nolito, mai particolarmente attivo nel primo tempo. La Spagna è più propositiva, non riesce a trovare la giocata vincente ma crea qualche pericolo in più e al 48′ ha la sua occasione migliore con Morata che colpisce di testa in area di rigore, completamente solo, senza creare problemi a Buffon. Gli Azzurri rispondono e al 55′ falliscono l’azione del 2-0 con Eder, servito in velocità da Pellè, che a tu per tu con De Gea non inquadra lo specchio e prende in pieno il portiere. L’Italia è poco cattiva sotto porta e lo dimostra ancora una volta al 61′ quando un altro dialogo tra Eder e Pellè permette alla Nazionale di aprire il gioco sulla fascia sinistra con De Sciglio che avanza, mette il pallone in area, ma nessuno interviene per la deviazione decisiva. L’ultimo quarto d’ora di gioco è quello in cui Buffon viene chiamato in causa più volte rispetto al resto della gara e questo avviene grazie alla reazione, non troppo convinta, della Spagna, che cerca di riagguantare il risultato per giocare un finale infiammato. E all’89’ le Furie Rosse hanno la prima vera chiara occasione da gol con Pique che costringe Buffon al miracolo. A spegnere ogni speranza, però, ci pensa Pellè che, come contro il Belgio, tira al volo in porta e segna il gol del 2-0 dopo una bella ripartenza di Darmian. Fischio finale e Italia ai quarti di finale dopo una meritata vittoria arrivata grazie all superiorità dimostrata contro la Spagna. Sofferenza nel finale, ma questo non ha fermato gli uomini di Conte, che ancora una volta sono riusciti a fare la differenza fino alla fine.

Formazioni ufficiali

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Florenzi, Parolo, De Rossi (53′ Thiago Motta), Giaccherini, De Sciglio; Pellé, Eder. Ct: Conte.

Spagna (4-3-3): De Gea; Juanfran, Piqué, Sergio Ramos, Jordi Alba; Fabregas, Busquets, Iniesta; David Silva, Morata, Nolito (46′ Aduriz). Ct: Conte.

Arbitro: Cüneyt Çakir (Turchia)
Assistenti: Bahattin Duran, Tarik Ongu
Addizionali: Huseyin Gocek e Baris Simsek
IV uomo: Martin Atkinson (Inghilterra)

Ammoniti: De Sciglio, Pellè, Motta (I)

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here