Champions League, Spalletti: “Siamo pronti per questa sfida importante”

Porto-Roma, Spalletti: "Dobbiamo essere pronti fin da subito, dobbiamo far vedere la nostra mentalità e mostrare la nostra forza perché siamo forti"

Tutto pronto per la gara di andata tra Porto e Roma. Le due squadre in 180′ si giocheranno l’accesso alla fase a gironi della Champions League e, ovviamente, nessuna delle due vuole fallire il primo appuntamento importante della stagione. Spalletti non vuole che la squadra sottovaluti il Porto, squadra che vanta trofei a livello nazionale e internazionale (2 Champions League, 2 Coppe UEFA, 1 Supercoppa UEFA e 2 Coppe Intercontinentali) e proprio per questo chiede concentrazione sin dal primo minuto:

“Il Porto è una squadra con tradizione, è forte, creata per fare bene in tutte le competizioni, Nelle prime due partite hanno tenuto fuori i più forti, tipo Brahimi, segno che hanno ricambi, come la Roma. Abbiamo buone sensazioni, anche se le statistiche dicono che il preliminare è difficile per le italiane. Dobbiamo essere pronti fin da subito, dobbiamo far vedere la nostra mentalità e mostrare la nostra forza perché siamo forti e si va per giocare la partita”.

Il mister, poi, in conferenza ha aggiunto:

Bruno Peres? È un altro giocatore che abbiamo cercato perché qualcosa è stato cambiato, è forte e la Roma vuole essere forte quindi per esserlo ha bisogno di giocatori forti tanto tra i titolari quanto tra le riserve. Ha caratteristiche ben delineate, un cosiddetto tutto-fascia e con quello che ci è capitato ci mancava uno in questo ruolo, che ci desse scelta è che potesse giocare in tutti e due i ruoli, sia a destra che a sinistra“.

SUI PORTIERI  E STROOTMAN –Strootman gioca titolare, per il portiere anche sceglierò in base a quello che vedo. Gioca il meglio”.

LA ROMA DI ORA –Sono partiti giocatori forti e ne sono arrivati altri e che hanno esperienze importanti in club importanti. Questo ha dato sicuramente una spinta di professionalità ed esperienza allo spogliatoio. Noi ora siamo forti da tutte le parti e siamo pronti per questa sfida importante“.

SU DZEKO – Voglio calciatori che siano dentro la partita, che riempiano la partita perché spesso poi nelle nostre valutazione su chi far giocare si porta in gesto. In una partita ci sono circa 50′ di gioco effettivo è un calciatore la palla la tocca per 1′ quindi per il resto dei minuti deve fare altro. Da lui mi aspetto che faccia la partita, che la faccia bene e che aiuti gli altri“.

SU HERRERA E PERES –Peres lo inseriremo per la partita di ritorno, anche se dal punto di vista di visite e burocrazie sarà a disposizione entro stasera. Non raggiungerà ora la squadra. Per quanto riguarda Herrera ho letto della volontà di alcuni club di portarlo in Italia. Io non ho parlato con la società per portarlo e non so se la Roma abbia mai tentato l’operazione, io non l’ho mai richiesto e ho altri giocatori forti come lui“.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here