Campidoglio, Raggi commenta il “no” definitivo alle Olimpiadi

Ufficiale il no a Roma 2024, Raggi: "Roma e l'Italia hanno vinto. Dall’assemblea capitolina il no definitivo ai Giochi del mattone"

Foto ANSA

L’annuncio è arrivato nella conferenza stampa che si è tenuta la scorsa settimana, ma da oggi è ufficiale il ritiro della candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024. 30 voti a favore – dell’opposizione l’unico è Stefano Fassina – e 12 contrari hanno permesso alla Raggi di poter dir che “Roma ha vinto. Dal consiglio comunale è arrivato lo stop definitivo all’ennesima truffa ai danni dei cittadini. L’assemblea capitolina ha deciso di ritirare la candidatura alle Olimpiadi 2024. Il M5S ha detto no ad ulteriori sacrifici per i romani e gli italiani. Capitolo chiuso”.

I MOTIVI DEL NO E LE PRESSIONI – “Era da irresponsabili dire sì alla candidatura. Abbiamo voluto dire no ad ulteriori debiti per Roma e per l’Italia. Abbiamo voluto dire no alla banda del mattone, ai Giochi fatti sulla pelle dei cittadini. Perché ciò che hanno fatto nel passato è sotto gli occhi di tutti: cantieri mai chiusi, tanta delusione e nessuna infrastruttura per noi. Le pressioni sono state tante e forti. Quasi un assedio al Campidoglio. Ma abbiamo continuato a lavorare per la città. Non a caso oggi durante la seduta del consiglio straordinario sulle Olimpiadi, l’Aula ha approvato un’ulteriore mozione a firma M5S in cui si chiede che i 4 miliardi di euro, destinati alla pianificazione di programmi pubblici dal 2017 al 2023, possano essere effettivamente destinati ad interventi di riqualificazione degli impianti sportivi già esistenti nella Capitale o ad azioni di rigenerazione urbana”.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here