Coppa Italia, la Lazio passa contro il Genoa. Ai quarti sfiderà l’Inter

Una Lazio dal doppio volto schiaccia il Genoa dopo essersi fatta recuperare e passa ai quarti di finale contro l'Inter

Dentro o fuori. Tra Lazio e Genoa, che si sfidano agli ottavi di Coppa Italia, si gioca la partita secca che decide la sfidante dell’Inter ai quarti di finale e Inzaghi ha detto chiaramente che la squadra deve proseguire il proprio percorso nella competizione. Il tecnico piacentino effettua un vistoso turnover ma non rinuncia a Parolo, Biglia e Felipe Anderson contro la squadra allenata da Juric. Lazio che per oltre mezz’ora controlla bene la gara, poi il doppio vantaggio fa rilassare i giocatori e il Genoa segna due gol e torna in partita. Nel secondo ci pensano Milinkovic e Immobile a portare la squadra alla vittoria.

In un Olimpico deserto è la Lazio a dominare sin dalle prime battute e a cerca di mettere in difficoltà gli avversari prima con un tiro di Parolo che viene deviato in anglo e poi con una ripartenza pericolosa che viene stroncata dalla chiusura di Lamanna. I padroni di casa gestiscono il pallone e si propongono in attacco, ma chiare occasioni da gol non arrivano fino al 20′ quando un passaggio di Felipe Anderson, messo in moto dalla verticalizzazione di Biglia, trova perfettamente Djordjevic, pronto a segnare col mancino dopo un digiuno che durava dallo scorso aprile. Il Genoa accusa il colpo, non reagisce e subisce l’iniziativa dei biancocelesti che, infatti, hanno un’altra occasione con Lombardi e poi guadagnano un calcio di rigore proprio grazie a Djordjevic, che come in occasione del gol non mostra alcuna emozione. Dal dischetto va Felipe Anderson, ancora una volta Biglia cede il posto dagli 11 metri, e il suo tiro è quasi imbarazzante visto che si tratta di un vero e proprio passaggio al portiere avversario. La squadra ligure si rende pericolosa al 29′ con un tiro di Pandev che finisce fuori di poco e un minuto dopo è la Lazio ad andare in gol con un gran tiro dalla distanza di Hoedt, che dosa bene potenza e precisione e non lascia scampo a Lamanna con il suo diagonale. Ma la partita non è finita. I biancocelesti incredibilmente cedono il passo agli avversari, forse troppo sicuri del risultato, e al 40′ Pandev si invola verso la porta difesa da Strakosha, serve Pilinna e lui con un bel tiro a giro che scavalca il poritere accorcia le distanze. L’allarme non basta, la Lazio non esce da questa fase di rilassamento e il Genoa, invece, prende fiducia e a ridosso del recupero trova anche il pareggio con l’ex Pandev che devia il pallone tirato da Rigoni, lo stoppa e lo manda oltre la linea della porta.

Nel secondo tempo è il Genoa a partire con il piede sull’acceleratore e allora Inzaghi corre ai ripari e inserisce Immobile e Milinkovic-Savic, due pilastri della squadra titolare e sono proprio loro due a rimettere la partita sui giusti binari: il giovane croato portare di nuovo in vantaggio la propria squadra e lo fa concludendo magnificamente una azione con un stop di petto e un destro potente sul quale giovedì sul quale Lamanna non può nulla. La partita la chiude definitivamente Ciro Immobile, tornato al gol già domenica dopo un digiuno durato sette partite. Lazio padrona del campo, tentenna nel finale del primo tempo e il Genoa ne approfitta per rientrare in campo ma Inzaghi raddrizza la partita con i cambi e vola ai quarti di finale di Coppa Italia contro l’Inter.

Formazioni ufficiali e tabellino 

TIM Cup Ottavi di finale

Stadio Olimpico di Roma

Lazio-Genoa 4-2

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Patric, Wallace, Hoedt, Lukaku; Parolo (79′ Murgia), Biglia, Lulic; Lombardi (58′ Milinkovic), Djordjevic (56′ Immobile), Felipe Anderson. A disp. Marchetti, Vargic, Bastos, de Vrij, Radu, Leitner, Kishna, Rossi. All. Simone Inzaghi

GENOA (3-4-3): Lamanna; Munoz, Burdisso, Orban (73′ Gentiletti); Lazovic, Rigoni (85′ Ntcham), Cofie, Laxalt; Ocampos (66′ Ninkovic), Pinilla, Pandev. A disp. Rubinho, Zima, Izzo, Brivio, Cataldi, Edenilson, Morosini, Beghetto, Taarabt. All. Ivan Juric

Arbitro: Damato (sez. Barletta)
Ass: Paganessi-Lo Cicero
IV: Tagliavento

Ammoniti: 56′ Rigoni (G), 58′ Patric (L), 59′ Lulic (L), 76′ Gentiletti (G)

 

 

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here