Game on 2.0, L’esposizione mondiale di videogames giocabili


Per la prima volta in Italia, il 4 marzo 2017 apre i battenti la mostra che affascinato più di 3,4 milioni di visitatori in tutto il mondo: “Game on 2.0”. Un’esposizione completamente interattiva che ripercorre la storia del videogame degli ultimi 60 anni attraverso più di 200 giochi tutti giocabili: da Mario Bros ai Pokemon, da Pac-Man a Tomb Rider; dalla Playstation 3 all’Xbox 360 e alla Nintendo Wii. Passato, presente e futuro si fondono in un’esposizione che raccoglie i giochi e i prodotti più importanti, le aziende e i brand che hanno rivoluzionato la storia dei videogiochi, che ne sono stati pionieri e innovatori e che ancora oggi vogliono proporsi come leader incontrastati del settore. Nella mostra si esplora anche il processo di design del gioco, dalla progettazione al packaging dei games più moderni come World of Warcraft, The Sims e Uncharted. I videogiochi nel tempo sono diventati parte integrante della nostra vita, cambiando il modo di giocare, imparare ed interagire. L’evoluzione di quello che era essenzialmente un gioco da bambini in un’esperienza completamente coinvolgente è davvero fenomenale. Quella che verrà presentata a Roma è una versione rinnovata della mostra originale creata dal Barbican Centre di Londra, al passo con gli sviluppi più recenti ed i nuovi giochi, guardando al futuro e alle tecnologie emergenti come la realtà virtuale (VR) e l’Oculus Rift “Rift”. La visita a Game On 2.0 è adatta per tutte le età e può essere un’eccellente forma di divertimento per la famiglia: una vera e propria sala giochi gigante, che merita anche più di una visita per poter avere tempo di provare e riprovare tutti i giochi esposti.

Luogo: Spazio Eventi Tirso, via Tirso14, 00198 Roma.

Orari: Lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e domenica: 10:00 – 20:00 Orario continuato Venerdì e sabato: 10:00 – 22:00 orario continuato

Prezzi: Intero euro 15, Ridotto euro 11, ridotto famiglia 3 persone euro 13. Ridotto famiglia 4 persone euro 12.  I bambini al di sotto dei 3 anni non pagano.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here