“Fiori di me” uno spettacolo sul coraggio di cambiare vita


10/03/2017 – In scena al Teatro Studio Uno (via Carlo della Rocca, 6) da giovedì fino a domenica, lo spettacolo “Fiori di me” ultimo lavoro della Compagnia Pescatori di Poesia. Scritto da Luna T Sveva Testori, che firma anche le musiche originali, è diretto da Klaus Kurtz  e interpretato da Simone Fraschetti.

Lo spettacolo è un monologo esistenziale sulla vita di un uomo che mette in discussione se stesso e il suo lavoro. Il protagonista, Vito Macchi, è un brillante cardiochirurgo che vuole cambiare lavoro. La possibilità di essere nominato primario, gli fa capire che è ora di cambiare drasticamente la sua vita e realizzare il suo antico sogno, fare il fioraio. Ma oggi cambiare mestiere è da pazzi, quindi decide di chiedere consiglio alle persone a lui più care, come la figlia, lo zio, una gatta. I personaggi, prendono vita attraverso la voce del protagonista, creando un ironico dibattito corale. In questo piccolo tribunale privato, alcuni vogliono che Vito resti cardiochirurgo, altri che dia ascolto al suo desiderio di coltivare fiori.

Fiori di me è il racconto di un uomo che vuole cambiare mestiere, e che forse è pazzo davvero. I fiori diventano un’ossessione, mentre le voci delle persone a lui care, lo riportano nel passato. E’ la storia di un individuo, come chiunque, che cerca di dare risposte alla sua esistenza.

Lo spettacolo sarà accompagnato dalla mostra fotografica “Scatti Privati” in cui si potranno ammirare le foto inedite del fotografo di guerra Aldo Macchi. La mostra, curata dal figlio Vito, propone fotografie private, autoscatti e immagini di vita familiare dal 1975 al 1995, anno in cui di Aldo si persero le tracce.

Il costo del biglietto per assistere allo spettacolo è di 10 euro.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here