L’alcoltest è valido anche quando viene corretto a mano, cosa dice la Cassazione


La correzione a mano dell’orario negli scontrini dell’alcoltest non mette in dubbio il risultato finale. Secondo una recente sentenza della Corte di Cassazione, infatti, gli agenti della Polizia Stradale possono modificare a penna questo dettaglio su quanto accertato dall’etilometro senza compromettere le condizioni di ubriachezza dell’automobilista.

Come spiegato dallo Studio Legale Cataldi, i giudici hanno esaminato il caso di un uomo condannato per guida in stato di ebbrezza. Secondo questa persona non si poteva provare a chi fossero riconducibili gli scontrini, anche perchè l’orario indicato non corrispondeva a quello del verbale ed era stata necessaria una correzione a mano.

Il ricorso è stato ritenuto infondato. Il vizio esiste quando si introduce una informazione rilevante o si omette la valutazione di una prova decisiva. La Cassazione ha considerato la modifica a penna come una semplice irregolarità che non mette in dubbio la funzionalità dell’alcoltest e soprattutto quanto ubriaco fosse l’automobilista.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here