Naoko Takeuchi, la creatrice di Sailor Moon, è nata il 15 marzo 1967

Nata a Koofu il 15 marzo 1967 da Kenji e Ikuko Takeuchi, Naoko Takeuchi è una mangaka (autrice di manga) di successo internazionale. Trascorse la sua infanzia nella zona di Yamanashi insieme al fratello più piccolo e durante gli anni scolastici si avvicina al mondo delle arti, iniziando a scrivere e illustrare manga. La passione non l’abbandonò e negli anni delle scuole superiori non fece altro che intensificarsi e trasformarsi nel sogno di un vita. Svolse un tirocinio, proseguì gli studi iscrivendosi all’università (scelse la facoltà di Farmacia e continuò a creare le sue serie, riuscendo poi a debuttare nel 1986 con “Love Call”, lavoro subito apprezzato e seguito da “Chocolate Christmast”, un volume di brevi storie in cui si narra l’amore negli anni dell’adolescenza.

La vita di Naoko, una volta conclusa l’università, si divise tra il lavoro e il disegno di manga, uno stile di vita portato avanti per qualche anno e concluso nel 1990, quando scelse di dedicarsi completamente ai manga. Produsse “The Cherry Project”, ma il suo più grande successo vide la luce qualche anno dopo. Si tratta di “Codename: Sailor V”, la Sailor Moon che ispirò un franchisee e che fu anche oggetto di controversie tra la casa che produsse l’anime e la creatrice.

Questo lavoro, dunque, le procurò successo internazionale e si concluse solo verso la fine degli anni Novanta, portandola a scegliere di prendersi una pausa. In seguito, per la rivista Nakayoshi, pubblicò “PQ Angels”, progetto mai portato a termine a causa della scomparsa di alcune pagine del manoscritto originale.

Sposò Yoshihiro Togashi, altro disegnatore di manga, con cui ha due figli, si trasferì a Tokyo e ancora oggi continua a portare avanti i suoi lavori.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here