A Caracalla il 72° Gran Premio della Liberazione con il ricordo di Michele Scarponi


23/04/2017 – Si corre martedì a Roma il 72° Gran Premio della Liberazione e il 2° Gran Premio della Liberazione Pink. La corsa si svolge pochi giorni dopo la tragedia che ha colpito profondamente il mondo del ciclismo. La tragica scomparsa di Michele Scarponi. Prima delle partenze, tutto il Liberazione si fermerà a ricordare il ciclista marchigiano che mancherà a tutti.

Il Gran Premio della Liberazione si svolgerà sul tradizionale circuito capitolino di Caracalla. Il circuito si sviluppa su sei chilometri: da viale delle Terme di Caracalla i corridori pedaleranno via Antoniniana, viale Guido Baccelli, largo delle Terme di Caracalla, viale delle Terme di Caracalla, Porta Ardeatina,  viale di Porta Ardeatina, piazzale di Porta San Paolo, viale Giotto, largo Fioritto, viale Guido Baccelli, viale Vittime del Terrorismo e arrivo in viale delle Terme di Caracalla.

La corsa nata nel 1946 per volontà dell’Anpi rappresenta allora come oggi un appuntamento fisso con la memoria. Il Ministro Luca Lotti sarà martedì a Caracalla proprio per riaffermare il valore dello sport e della memoria che al Liberazione trovano la sintesi perfetta.“E’ un momento importante in cui lo sport e la memoria si mescolano – ha dichiarato Luca Lotti – Roma non può fare a meno del Gran Premio della Liberazione del 25 aprile”.

La giornata della Liberazione sarà aperta dai giovani corridori allievi; è la prima volta nella storia del 25 aprile che i ragazzi di 15 e 16 anni si cimentano sul circuito romano. Per loro ci sarà in palio il trofeo Lazzaretti Kids. Gli allievi percorreranno cinque giri, con circuito ridotto, per un totale di km 35 con partenza alle ore 9.00.

La corsa rappresenta dunque valori civili di enorme rilevanza così come enorme è il valore della gara per i corridori under 23. Da sempre Il Gran Premio della Liberazione è il “mondiale di primavera” a cui quest’anno parteciperanno otto squadre nazionali, alcune squadre straniere e venti squadre italiane per un totale di 32 formazioni al via. Il GP della Liberazione U23 partirà alle ore 14.00 con 23 giri da percorrere per un totale di km 138.

Dallo scorso anno il programma del Liberazione si è arricchito della corsa per donne elite, il Gran Premio della Liberazione Pink. “Perché anche le donne diedero un contributo notevolissimo alla lotta della Liberazione”, ha spiegato Mario Carbutti, presidente dell’ass Cicli Lazzaretti. Il GP della Liberazione Pink avrà inizio alle ore 10.45 con sedici giri da percorrere per un totale di km 96.

Alla giornata capitolina non potevano mancare i più piccoli, i giovanissimi dai 6 ai 12 anni. Saranno protagonisti del palcoscenico mondiale per sognare di essere al posto dei più grandi, un giorno, ed iniziare la carriera dei campioni più importanti.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here