Coppa Italia, vince la Roma ma non basta. La Lazio vola in finale

Coppa Italia, la Lazio vola in finale. Alla Roma non basta il 3-2 raggiunto nel finale. Domani la seconda finalista dalla sfida tra Napoli e Juve

Foto afp

Lazio e Roma si sfidano nella partita che vale l’accesso alla finale di Coppa Italia. All’andata è finita 2-0 per i biancocelesti, ma la compagine di Spalletti non alcuna intenzione di darsi per vinta. Nessun calcolo dunque: da un lato una squadra che parte con un vantaggio, ma che non può sbagliare la gara, dall’altra una squadra pronta a dare battaglia per ribaltare il risultato nella semifinale di ritorno. Il primo tempo si chiude sul punteggio di 1-1. A Milinkovic-Savic, che come all’andata sblocca la gara, risponde El Shaarawy, bravo a sfruttare un errore di De Vrij.

La Roma parte forte, dopo appena 2′ di gioco Dzeko fa tremare i tifosi della Lazio arrivando per primo sul cross di Palmieri e sfiorando il gol del vantaggio, Poi i padroni di casa puntano sul possesso palla per far sì che gli avversari non possano gestire la partita, ma questo non basta a trovare il varco giusto. Piano piano sale anche la Lazio, ma i suoi tentativi sono timidi e i giallorossi sono bravi a bloccare la manovra prima che possa partire il contropiede. Cresce la sofferenza, la Roma chiude la Lazio nella propria trequarti campo, prova a lanciare i suoi giocatori offensivi (bravo De Vrij in chiusura su Salah lanciato a rete, ndr) e cerca la soluzione dalla distanza senza però riuscire a sbloccare la gara. Lo fa, invece, Milinkovic-Savic al 37′: il giovane serbo accompagna bene l’azione offensiva biancoceleste ed è il primo ad arrivare sulla ribattuta di Alisson sul tiro da distanza ravvicinata di Immobile. Tutto facile a porta vuota. Come all’andata, è lui a far esplodere lo stadio e far salire la squadra nel finale del primo tempo. La Roma subisce il colpo senza darsi per vinta e al 43′ l’errore di De Vrij agevola El Shaarawy, bravo a infilare il pallone in rete con il destro.

L’approccio della Lazio è migliore nel secondo tempo e, infatti, la squadra capitanata da Biglia cerca di gestire il pallone e si fa vedere in attacco prima con Milinkovic-Savic e poi con Immobile. Proprio loro due, ormai beniamini dei tifosi, sono i protagonisti dell’azione che porta la Lazio in vantaggio: il serbo lancia a rete il compagno di squadra che scatta sul filo del fuorigioco, approfitta della dormita della difesa romanista, batte Alisson e corre sotto la Curva Nord per festeggiare il nuovo vantaggio. Roma-Lazio 1-2. Gli ospiti hanno il pallino del gioco, la Roma si ritrova ad avere sempre meno tempo e più gol da segnare, ma non getta la spugna e grazie a El Sharrawy, il più pericoloso in avanti, riacciuffa di nuovo il pareggio. A segnare è Salah, che non sbaglia il tap in vincente a porta vuota, ma l’azione è tutta del Faraone, che con il suo tiro a giro colpisce il palo. I giallorossi non si arrendono e nel finale Salah sigla anche il gol del 3-2, ma non basta. La reazione c’è, ma tardiva. A staccare il biglietto per la finale è la Lazio.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here