Gek Tessaro. Cavalca Via. Ovvero: che m’importa dello scudo


Da giovedì a al 30 giugno sarà ospitata alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, la mostra di Gek Tessaro: “Cavalca Via. Ovvero: che m’importa dello scudo”.

In esposizione circa 40 opere su carta di dell’artista, tra i più affermati illustratori a livello internazionale e attivo anche nel teatro, tra illustrazioni originali e bozzetti del libro Cavalca Via (Carthusia, Milano 2016).

Il tema è quello della diserzione che ricorre nella letteratura sin dai tempi della poesia classica greca: fu infatti Archiloco – peraltro soldato di professione – a inaugurare la trattazione della figura del disertore, attraverso un fulmineo componimento in cui pare descrivere la propria stessa condotta personale, volta a mettersi in salvo nel mezzo di una battaglia. Figura spesso percepita in maniera ambigua per il suo questionare temi grandi e complessi come la risposta dovuta a obbligazioni sociali, e di conseguenza la legittimità delle autorità che tali obbligazioni impongono agli individui, quella del disertore si mostra a ben vedere come una specificazione in ambito militare della più ampia categoria dell’obiettore, il quale, nel resistere in maniera non armata a un’imposizione, svela l’arbitrarietà spesso esistente al fondo dei sistemi vigenti di regole e aspettative collettive.

Il libro di Gek Tessaro, Cavalca Via, tratta questi temi – sullo sfondo di una più generale critica alla guerra – indirizzandosi a lettori molto giovani, mostrando l’usuale capacità magistrale dell’autore di combinare disegni e testi in una narrazione organica.

Nella vicenda del soldato che, di fronte all’odio cieco e le pulsioni di violenza ormai impadronitesi di chiunque abbia intorno, “cavalca via”, si compendia così una tradizione letteraria millenaria, portata con delicata intelligenza all’attenzione dei bambini e ragazzi per stimolarne le capacità critiche.

Luogo: Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, via di Castro Pretorio 105

Orari: Dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17. Sabato dalle 10 alle 13.

Prezzi: L’ingresso è gratuito.

 

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here