Gli interessi di mora delle cartelle di pagamento scendono al 3,50%


Dal prossimo 15 maggio gli interessi di mora per il pagamento in ritardo delle somme iscritte a ruolo scenderà dal 4,13 al 3,50% annuo. Si tratta della novità introdotta da uno degli ultimi provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate.

Una volta decorsi 60 giorni dalla notifica delle cartelle di pagamento gli interessi verranno applicati con questa nuova misura, escludendo dal conteggio le sanzioni pecuniarie tributarie. Il tasso è stato determinato con un apposito decreto del Ministero dell’Economia dopo aver calcolato la media dei tassi bancari attualmente attivi.

La Banca d’Italia ha stimato proprio al 3,50% questa media e quindi l’Agenzia delle Entrate si è adeguata. La riduzione è quantificata in 0,63 punti percentuali l’anno. Tra l’altro, non bisogna neanche dimenticare che da gennaio scorso gli interessi legali sono scesi dallo 0,2 allo 0,1%.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here