Inzaghi: “Contro il Napoli prova di maturità. Dovremo essere umili e aggressivi”

Inzaghi: "Dobbiamo mantenere l’umiltà e l’aggressività messa in campo contro la Roma"

L’ambiente laziale è euforico grazie alla finale di Coppa Italia conquistata contro i rivali cittadini, ma ora c’è da concentrarsi sul Napoli e guardare avanti per alla fine del campionato mancano ancora otto gare e bisogna portarlo al termine nel migliore dei modi. Come di consueto, a intervenire in conferenza stampa è stato mister Inzaghi:

Abbiamo fatto qualcosa di importante e lo sappiamo, abbiamo centrato una finale storica. È stata fatta una grandissima impresa ed è stato giusto festeggiarla. I ragazzi si meritavano una soddisfazione del genere per come hanno lavorato da inizio anno. Sono andato a giocare la partita di Sassuolo sapendo che avremmo disputato il derby, ma in quel momento la gara del Mapei Stadium era più importante e, per questo, ho schierato la formazione migliore”.

LA PARTITA –La gara è molto importante, la classifica è corta e dovremo essere bravi. Mancano 8 partite al termine del campionato e dovremo affrontarle nel migliore dei modi. Domani troveremo una squadra ferita che è uscita dalle semifinali di Coppa Italia disputando due ottime gare contro la Juventus. Domani voglio una squadra matura e consapevole di affrontare una grande formazione, allenata dal miglior tecnico dello scorso anno. Sarà una sfida piena di insidie, ma la prepareremo al meglio. Vogliamo continuare su questa scia. Sono trascorse 30 partite e mancano ancora due mesi per noi importantissimi. Il nostro calendario è complesso, ma affronteremo una gara alla volta al meglio. Il Napoli ci darà del filo da torcere. Al San Paolo abbiamo messo in campo una buona gara, ma domani dovremo fare nuovamente la nostra prestazione con grande maturità. Dobbiamo mantenere l’umiltà e l’aggressività messa in campo contro la Roma. Dopo il 2-1, contro i giallorossi abbiamo gestito la partita: abbiamo preso due gol a gara chiusa, ed è l’unico neo della semifinale. In quei venti minuti non dovevamo aspettarli, non si addice alle nostre caratteristiche”. 

INFORTUNATI –De Vrij e Marchetti sono gli unici che domani sicuramente non ci saranno. Biglia, Immobile e Lulic sono affaticati. Lombardi ha un problema alla schiena, ma spero di recuperarli per la panchina. Li valuterò al termine dei due allenamenti che ci aspettano. Abbiamo fatto qualcosa di importante nel derby ed era giusto festeggiare con la nostra gente il passaggio del turno. I nostri tifosi sono stati il dodicesimo uomo in campo”.

STAGIONE –Sapevo ci saremmo potuti togliere delle soddisfazioni. Abbiamo fatto 30 gare di campionato e le quattro di Coppa Italia ad altissimo livello. Mancano le ultime nove della stagione e dovremo farci trovare pronti”.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here