Inzaghi: “Ragazzi fantastici, dedichiamo la vittoria ai tifosi”

Inzaghi: "Per i ragazzi una sola parola, fantastici. Mi faranno passare il più bel compleanno della mia vita".

Vince la Roma, ma è la Lazio a volare in finale di Coppa Italia. Il 3-2 del ritorno non basta agli uomini di Spalletti a causa del 2-0 subito all’andata e al fischio finale di Rizzoli è stata la compagine biancoceleste a festeggiare sotto la Curva Nord e lì, con i pugni alzati c’era anche mister Inzaghi, che spegne 41 candeline:

“A inizio stagione ero molto fiducioso, ma so che abbiamo fatto qualcosa di straordinario e che abbiamo regalato una gioia ai nostri tifosi. Non sembrava di giocare fuori casa, dedichiamo la vittoria a loro. Ci meritiamo la finale. Siamo riusciti ad avere la meglio di Genoa, Inter e Roma. Per i ragazzi una sola parola, fantastici. Domani mi faranno passare il più bel compleanno della mia vita”.

IMMOBILE – “Ciro è straordinario. Ieri non si è allenato e i medici erano titubanti, ma lui è un gladiatore, non ha mollato e con il 2-1 ha chiuso la partita. Probabilmente se avessi cambiato nel primo tempo non avremmo preso il gol dell’1-1. De Vrij mi ha chiesto il cambio dopo mezz’ora ma volevo vedere se saremmo riusciti a recuperarlo”.

LA PARTITA – “Ero tranquillo. Dal quarto d’ora in poi avevo la sensazione che avremmo potuto segnare. Abbiamo avuto un gruppo unito e compatto, ci godiamo la vittoria e poi a giugno ci giocheremo la finale”.

LUKAKU E WALLACE – “Partita egregia. Siamo arrivati in fondo con qualche giocatore che in campionato non sta trovando molto spazio. Questa è la vittoria di tutti, del gruppo, di una molto determinata e umile”.

GLI ESTERNI – “Sono stati bravissimi, l’avevamo preparata così. Fare qualche nome in questa serata non sarebbe giusto. Onore al gruppo che in questi 180 minuti ha meritato la finale”.

LAZIO-NAPOLI – “Dovremo cercare di recuperare più energie possibili. Stasera ci mancava Parolo, ma ero tranquillo perché quest’anno spesso e volentieri sono mancati giocatori importanti e non ce ne siamo accorti perché abbiamo un gruppo fantastico”.

CHAMPIONS – “La classifica dice che ce la giochiamo e che le quattro semifinalisti di Coppa Italia sono le prime quattro in classifica. Dovremo cercare di essere bravi e affrontare partita dopo partita perché il campionato italiano è difficile”.

 

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here