Lazio, Luis Alberto salva il risultato contro contro il Genoa: al Ferraris finisce 2-2

La Lazio si salva nel finale e raggiunge il pareggio con il subentrato Luis Alberto, al suo primo gol stagionale

Foto LaPresse

La Lazio è chiamata a vincere dopo la sconfitta della scorsa settimana subita contro il Napoli e dopo il pareggio maturato nel derby disputato tra Inter e Milan. E per tornare ai tre punti Simone Inzaghi può contare sul ritorno di De Vrij, Biglia e Keita, stavolta schierato dal primo minuto. La squadra romana subisce il gol nei primi minuti e riescono a pareggiare con Biglia proprio nel recupero, ma anche nel secondo tempo arriva il gol dello svantaggio e solo il gran tiro di Luis Alberto nel finale riporta la Lazio al pareggio. La gara si accende nel finale, entrambe le squadre voglio i tre punti, ma stavolta devono accontentarsi del pareggio

I padroni di casa provano subito a farsi temere e già nei primi minuti di gioco creano qualche pericolo dalle parti di Strakosha, ma anche la Lazio si fa sentire e lo fa con capitan Biglia, che riceve lo scarico centrale, tira sul primo palo e non segna per un soffio. Il Genoa, però, ha grande voglia di riscatto e sfrutta bene l’iniziativa di Palladino sulla sinistra, bravo a crossare in area e trovare la testa di Simeone, che non segnava da oltre due mesi e che torna a festeggiare proprio sotto la gestione Juric. I biancocelesti, che fino al gol hanno controllato il possesso palla, devono rimettersi in sesto, ragionare e trovare gli spazi rientrare in partita, ma fatica dalla trequarti avversaria visto che la difesa del Grifone non concede nulla. Al 24′ si verifica l’episodio che scatena le prime proteste: Parolo, lanciato in porta, subisce la trattenuta di Burdisso e cade in area, ma l’arbitro Maresca lascia proseguire il gioco e fa infuriare tanto i giocatori in campo quanto la panchina della società romana. Il Genoa nel frattempo prova a colpire in contropiede, mentre la Lazio continua a cercare il pareggio, mancando l’affondo finale. Ci prova Keita, che trova la respinta di Lamanna, ci provano anche Felipe Anderson e Immobile, ma la rete non si gonfia. È proprio il brasiliano a conquistare il calcio di rigore al 46′ visto che Burdisso “para” il suo tiro da fuori area. Dal dischetto va Biglia che sbaglia, ma che arriva per primo sulla respinta di Lamanna e riporta il risultato in parità.

Al rientro la squadra allenata da Juric sembra ripartire meglio, ma poi gli avversari prendono campo e cercano di far valere la propria forza tecnica. Anche nella seconda metà di gioco si accendono le polemiche quando Keita viene trattenuto in area e non gli viene concesso il calcio di rigore. Inzaghi non ci sta e stavolta Maresca lo espelle. Passano i minuti, il risultato resta fermo sull’1-1 e al 75′ Lombardi, subentrato a Felipe Anderson, si divora il gol del vantaggio e sciupa il contropiede avviato dai compagni di squadra. Forte dell’appoggio del pubblico è il Genoa a salire in cattedra e a segnare il gol del 2-1 con Goran Pandev, uno dei degli ex di turno, che incorna alla perfezione su cross di Lazovic e si lascia andare a un’esultanza contro la sua vecchia società. La partita, però, non è finita e prima Lamanna salva su Immobile all’83’, poi al 91′ è il neo entrato Luis Alberto a prendere palla fuori area e a calciare il pallone sul secondo palo. 2-2 e primo gol con l’aquila sul petto per lo spagnolo. Il finale è tutto da giocare: entrambe le squadre vogliono vincere e si spingono in avanti, arrivando a creare diverse occasioni offensive. Ma il risultato non cambia e alla fine e la Lazio deve accontentarsi di aver conquistato un punto.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here