Roma, Dzeko non basta: 1-1 con l’Atalanta e addio Scudetto

La Roma dice addio al sogno scudetto. All’Olimpico 1-1 contro l’Atalanta, con una partita che vede i giallorossi soffrire nella prima frazione e andare sotto, per poi recuperare ad inizio ripresa senza poi trovare la zampata decisiva, nonostante un palo e una traversa. Juve che scappa a +8 e ora testa solo al posto in Champions.

Giallorossi che si presentano con Rudiger sull’out di destra difensivo con Mario Rui dall’altra parte centrali Manolas-Fazio, De Rossi in cabina di regia supportato da Nainggolan e Strootman, con Perotti-Salah a supporto di Dzeko in avanti. Ospiti in formazione rimaneggiata Gollini in porta, difesa a tre con Toloi-Caldara-Masiello, mediana con Conti a destra, Kessié-Cristante-Freuler, Hateboer sulla sinistra e in avanti Petagna sarà supportato da Kurtic.

Che la partita sia complicata per la Roma lo si capisce subito: al 2′ Petagna tocca per Hateboer che fa scorrere per Kurtic che entra in area e restituisce al compagno, la conclusione viene deviata in angolo. la squadra di Spalletti si vede solo all’8′ con un colpo di testa non pericoloso di Fazio. I padroni di casa faticano contro i bergamaschi, he si chiudono bene e ripartono all’attacco. E al 22′ è proprio la formazione di Gasperini a passare: Conti manda a spasso Rudiger con una doppia finta e serve in mezzo per Kurtic, che di prima intenzione insacca.

La Roma subisce il gol anche mentalmente, con l’Atalanta che rischia sempre di far male lì davanti. La prima reazione arriva solo al 35′ con un colpo di testa di De Rossi, poi nel finale con Perotti su cui Caldara però è miracoloso nel chiudere.

Nella ripresa Spalletti prova subito a cambiare le cose inserendo Bruno Peres al posto di Manolas, spostando Rudiger dalla fascia al centro della difesa. E in effetti la mossa funzione e al 5′ arriva subito il pareggio: azione perfetta con il cross di Mario Rui per Salah, sponda di testa per Dzeko che insacca da due passi per la sua rete numero 25 in campionato.

Il gol che ci voleva, perché i giallorossi si svegliano e cominciano a premere con decisione. All’11’ mezza rovesciata in area di De Rossi che colpisce il palo esterno, poi ancora Dzeko e Perotti a stretto giro di posta ad andare vicini alla rete. Al 20′ altro legno della Roma con Nainggolan, che si libera in area ma il destro si scarica sulla traversa. L’Atalanta soffre e prova a rallentare i ritmi per portare a casa un pareggio che sarebbe oro per la corsa all’Europa League.

Spalletti si gioca il tutto per tutto inserendo El Shaarawy e Totti, la pressione continua ma l’Atalanta si difende bene. A 9′ dal termine ci riprova Dzeko, ma l’occasione sfuma. Così come la vittoria. E ora c’è sol oda difendere il secondo posto dall’assalto del Napoli.

ROMA-ATALANTA 1-1
Roma (4-2-3-1): Szczesny, Rüdiger, Fazio, Manolas (1′ st Bruno Peres), Mario Rui, De Rossi (37′ st El Shaarawy), Strootman, Perotti (41′ st Totti), Nainggolan, Salah, Dzeko. A disp.: Alisson, Lobont, Vermaelen, Juan Jesus, Gerson, Grenier, Paredes. All.: Spalletti.
Atalanta (3-5-1-1): Gollini, Toloi, Caldara, Masiello, Conti, Kessiè, Cristante (8′ st D’Alessandro), Freuler, Hateboer, Kurtic (22′ st Cabezas), Petagna (38′ st Paloschi) A disp.: Grassi, Raimondi, Migliaccio, Mounier, Melegoni, Pesic, Konko, Capone All.: Gasperini
Arbitro: Giacomelli
Marcatori: 22′ Kurtic (A), 5′ st Dzeko (R)
Ammoniti: Kurtic (A), Hateboer (A), Gollini (A), Mario Rui (R), Rüdiger (R)

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here