Roma TPL, Falcetti: “Dipendenti sul piede di guerra, non è cambiato nulla”

Roma TPL, Falcetti: "I dipendenti sono sul piano di guerra . Tutto questo c'era prima, ma anche ora non è cambiato nulla"

Emanuele Falcetti, esponente di Fratelli d’Italia, critica il MoVimento 5 Stelle e la sua incapacità di riuscire a cambiare le sorti di Roma. Dalle periferie abbandonate ai trasporti pubblici, l’ultima contestazione riguarda la questione Roma TPL:
“Erano proprio loro, in campagna elettorale a dire a tutte quelle persone del consorzio Roma TPL che avrebbero risolto la problematica. Famiglie ridotte allo stremo per la mancanza del proprio stipendio, di anno in anno non è cambiato nulla: continuano i ritardi nei pagamenti.
DISAGI – “Utenti costretti a stare più volte a casa per un disservizio continuo e sempre per la stessa problematica che riguarda appunto gli stipendi. Periferie abbandonate sempre di più, abbonamenti pagati, ma non goduti da tutti a causa di questi disservizi”.
LAVORATORI – “I dipendenti sono sul piano di guerra . Tutto questo c’era prima, ma anche ora non è cambiato nulla. Gli stessi amministratori si sono dimostrati incapaci di gestire un servizio pubblico come Roma TPL e gli stessi sindacati che fanno finta di esistere ma poi al dunque spariscono. Ancora più grave prendere in giro questi lavoratori, proprio come ha fatto la stessa giunta che si proclamava risolutiva”.
Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here