Casa del Cinema, ad un anno dalla scomparsa del fumettista Laganà, una mostra in suo onore


29/05/2017 – A distanza di un anno dalla scomparsa la Casa del Cinema (largo Marcello Mastroianni, 1) rende omaggio al grande animatore, artista e regista milanese Giuseppe Maurizio Laganà ospitando una mostra a lui dedicata dal titolo Laganà – sogni e cartoon di tutti i colori. La mostra curata da Federico Fiecconi con Sabrina Zanetti, verrà inaugurata martedì e rimarrà in cartellone fino al 2 luglio.

All’inaugurazione saranno presenti amici e colleghi, che ricorderanno Laganà. L’evento sarà accompagnato dalla retrospettiva Il cinema di animazione di Giuseppe Maurizio Laganà, un programma di circa un’ora che riproporrà una selezione dei suoi più riusciti film d’animazione.

L’esposizione romana è accompagnata da un’intervista realizzata dal curatore Federico Fiecconi nell’estate 2015, in cui Laganà ripercorre i momenti più salienti della propria carriera.

All’interno della mostra si potranno ammirare materiali originali di produzione del celebre Allegro non troppo, come i fondali e le animazioni all’acquarello per la sequenza del Prelude à l’après-midi d’un faune, vero trionfo della fantasia e della tecnica pittorica di Laganà, o i bozzetti per l’art direction del Bolero di Ravel, altro celebre virtuosismo dell’animatore.

Esposti a Roma anche i lavori più personali dell’autore come il bozzetto per il cortometraggio Pixnocchio che testimonia il lavoro di un Laganà pioniere e precursore nella computer animation, o i materiali creati per la serie di Lupo Alberto di cui Laganà fu il regista.

L’allestimento romano si arricchisce anche di nuovi materiali inediti tratti dalle fasi di lavorazione di alcune serie tv animate, come gli avventurosi Kim, Fahrat e Ulisse, l’umoristico Moose e L’Isola del Tesoro. A completamento del percorso espositivo i bozzetti pubblicitari disegnati per IBM, Fiat e altri, le illustrazioni per libri e magazine, le tavole dei fumetti per le riviste Il Corriere dei Piccoli e Linus e una galleria di omaggi disegnati da autori e colleghi amici di Laganà fra cui Bruno Bozzetto, Osvaldo Cavandoli, Massimo Rotundo e Romano Scarpa.

L’accesso alla mostra è libero.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here