Inzaghi: “Non usciamo ridimensionati. Buona prestazione, non perfetta”

Inzaghi: "Sapevamo che contro la Juventus sarebbe stata una sfida proibitiva. Serviva la partita perfetta; abbiamo fatto una buona prestazione, non perfetta"

Juve e Lazio si sono date battaglia nella finale di Coppa Italia. Da una parte la regina della Serie A e finalista della Champions League, dall’altra la sorpresa targata Simone Inzaghi, tornata in Europa dopo un anno fuori dalle coppe. I biancocelesti pagano la paura e gli errori commessi nel primo tempo e subiscono una doppietta che non riescono a rimontare nella seconda frazione di gioco, nonostante i tentativi di rientrare in gara. A trionfare è ancora una volta la Vecchia Signora. Al termine della partita è stato mister Inzaghi a parlare della prestazione della squadra:

Non usciamo ridimensionati. Abbiamo fatto la gara che dovevamo, subendo però gol evitabili. Gli episodi non ci sono stati favorevoli. Fosse entrato il palo di Keita sarebbe cambiata la partita ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte. Onore ai ragazzi, vincere questa sera sarebbe stata la ciliegina sulla torta ma di fronte avevamo la signora delle squadre. C’abbiamo provato ma non ci siamo riusciti. Sapevamo che contro la Juventus sarebbe stata una sfida proibitiva. Serviva la partita perfetta; abbiamo fatto una buona prestazione, non perfetta”.
TIFOSI – “Poteva esserci un po’ d’emozione ma i ragazzi hanno fatto quello gli avevo chiesto. Il tributo finale dei nostri tifosi è stato meritato, la nostra gente è stata straordinaria. Hanno allestito una coreografia splendida, anche la Tevere era molto calda. Il motivo d’orgoglio di questa stagione è quella di aver riportato la gente allo stadio, sentiamo i tifosi vicini. I ragazzi della Curva ci hanno emozionato. Sappiamo che sono con noi, gli abbiamo dato grandi soddisfazioni, tonando in Europa e avendo vinto i derby. Questa sera sono stati splendidi”.
 
Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here