L’associazione Gocce di Arte presenta il “Festival del Teatro dei Quartieri”

10/05/2017 – L’associazione “Gocce di Arte” organizza il “Festival del Teatro dei Quartieri”, che si svolge in diversi Municipi (Ottavia, Infernetto, Colle del Sole/Trullo/Portuense, La Giustiniana e Monteverde), inizia venerdì 19 maggio e termina mercoledì 31 maggio, portando in scena grandi classici ma anche fiabe amate da grandi e piccini.

La finalità dell’associazione Gocce di Arte, che da anni opera sul territorio cittadino romano attraverso laboratori teatrali e iniziative culturali, aperti a persone di tutte le età, è di rendere il teatro alla portata di tutti, ma anche veicolo di scoperta di sé e delle proprie possibilità.

Gli spettacoli nascono dall’attività dei laboratori teatrali dell’Associazione, nella quale insegnano attori professionisti come Giulia Greco, Shara Guandalini, Carlotta Piraino, Lidia Miceli, Teresa Lidia Calabrese, Giulia Menici, Alberto Caramel e Gianfranco Teodoro che è anche presidente e direttore artistico di Gocce di Arte.

I corsi sono dedicati a differenti fasce di età e hanno l’obiettivo di stimolare il talento creativo di ogni partecipante, affinché il teatro diventi strumento di crescita sia individuale sia collettiva.

Gli spettacoli del festival sono tutti ad ingresso libero

Si inizia venerdì 19 alle 18.00 al Teatro Scuola Cilea (Infernetto – Via Maurice Ravel, 132) con L’Arcobalena nata dal corso di bambini junior 3-6 anni. Lo spettacolo diretto e adattato da Giulia Menici è ambientato in un mondo pieno di colori che ricorda tanto l’arcobaleno.

Sabato 20 alle 21.00 e domenica 28 alle 17.30 al Teatro Scuola Cilea (Infernetto – Via Maurice Ravel, 132), i ragazzi dell’Infernetto portano in scena Sogno di una notte di mezza estate adattato e diretto Shara Guandalini che ci condurrà nel meraviglioso mondo della magia, delle fate e degli incantesimi creati dal Bardo.

Domenica 21 alle 20.00 e sabato 27 alle 21.00 Carlotta Piraino dirige al Pamphili Village (Trullo – Via di Vigna Girelli, 80) Prova generale. Una gaberiana all’improvviso. Lo spettacolo racconta di un gruppo di attori dilettanti che si ritrova ogni martedì per allestire uno spettacolo ma, tra impegni, ritardi e defezioni, non riesce mai a provare l’intera rappresentazione. Una sera, durante l’ennesimo tentativo di prova generale, accade uno sconvolgente imprevisto.

Lunedì 22 alle 18.00 Schiripipì. La storia di una marionetta, vedrà i bambini esibirsi sul palco del Pentalfa Club (Ottavia – Via Trionfale, 11352) diretti da Giulia Greco. Nello spettacolo Schiripipì è una marionetta triste perché vorrebbe essere un bambino vero ma i suoi amici burattini cercano di distoglierla da questo desiderio, spiegandogli che nella vita bisogna accettare il proprio ruolo e provare ad essere felici per quello che si è.

Mercoledì 24 e sabato 27, alle 17.30 nella Sala teatro Beata Angelina (Monteverde – Via Gaetano Thiene, 5) Alberto Caramel dirige i ragazzi nello spettacolo Mamma che matrimoni! una commedia sulla confusione dall’amore.

Giovedì 25 alle 18.30 sarà presentato al Pamphili Village (Trullo – Via di Vigna Girelli, 80), Occidentali’s Bimbe con la regia di Lidia Miceli. Nello spettacolo Chiara e Ludovica dialogano all’interno di uno spazio teatrale vuoto, affrontando – come solo i bambini sanno fare – temi come la felicità, l’amore, la guerra. Il confronto diventerà pretesto per recitare e danzare.

Domenica 28 alle 17.30 al Teatro Regina Pacis (Via Bravetta, 267) la Compagnia dell’Associazione Gocce di Arte con la regia di Gianfranco Teodoro presentano La scoperta dell’America di Cesare Pascarella. Una versione nuova e accattivante della scoperta dell’America, ambientata in un’osteria nella Roma di fine Ottocento, attraverso l’espressione del colorito e divertente dialetto romanesco.

Martedì 30 alle 18.00 Shara Guandalini dirige lo spettacolo Peter Pan, al Teatro Scuola Cilea (Infernetto – Via Maurice Ravel, 132). La famosa favola di J.M. Barrie rivive in questa versione proposta dai piccoli attori. Il protagonista è Peter Pan, l’eterno bambino che si rifiuta di crescere e che insegna agli adulti a riscoprire la magia dell’infanzia.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here