Buon compleanno Gabriella Dorio. L’ex atleta è nata il 27 giugno 1957

Nata a Veggiano, nel vicentino, il 27 giugno 1957, Gabriella Dorio è un’ex mezzofondista, detentrice della medaglia d’oro nei 1500 metri piani alle Olimpiadi del 1984.

Crebbe a Cavezzale e si avvicinò all’atletica intorno agli anni delle scuole medie. Aveva 11 anni quando vinse la prima corsa campestre scolastica, 15 quando per la prima volta indossò la maglia della nazionale. Ma il suo percorso non fu facile perché la famiglia non era completamente favorevole:

“I miei non volevano che andassi in giro per il mondo, stiamo parlando di più di trent’anni fa, la mentalità era più chiusa. Ricordo ancora la faccia storta di mia madre: una ragazza, da sola, non sta bene”.

Alleata preziosa fu la nonna, che le spianò la strada e radunò la famiglia affinché le fosse consentito di inseguire il proprio sogno.

A 14 anni vinse i 1000 metri piani ai Giochi della Gioventù e quello fu solo il primo dei trionfi conquistati nelle categorie giovanili. Due anni dopo, nel 1973, vinse il titolo italiano nei 1500 metri piani e si classificò ottava agli europei juniores. Nel 1974 nuovo titolo, stavolta negli 800 metri, e nono posto nei campionati europei di Roma.

La seconda metà degli anni Settanta proseguì con il passaggio alla Fiamma Atletica Vicenza, il terzo posto nei 1500 metri agli europei juniores e ai mondiali di Cross, partecipazioni a Olimpiadi ed europei in cui non riuscì ad emergere.

Gli anni Ottanta si aprirono con il record italiano negli 800 metri e un ottavo e un quarto posto ottenuto rispettivamente negli 800 metri e nei 1500 metri. Seguirono la medaglia doro di Bucarest, quella d’argento negli 800 metri, un primo e quarto posto agli europei indoor, una medaglia di bronzo ai campionati continentali, un altro oro alle Universiadi di Edmont e due vittorie in Coppa Europa negli 800 e 3000 metri.

Fu nel 1984 che raggiunse il massimo risultato olimpico: partecipò ai Giochi di Los Angeles,  quelli boicottati dall’URSS e molti Stati dell’Est, conquistò il quarto posto negli 800 metri vinse l’oro nei 1500 metri:

“Quando ho superato il traguardo ho avuto un attimo di smarrimento. E adesso, mi sono chiesta, cosa faccio?”.

Successivamente si fermò a causa della maternità, poi tornò e stabilì anche il record sui 2000 metri, ma a causa di diversi infortuni fu costretta a saltare gli appuntamenti più importanti stagionali. La seconda maternità fu quella che le fece annunciare il ritiro.

12 i primati italiani ottenuti, 7 i titoli italiani negli 800 metri , 10 quelli nei 1500 metri, 4 i titoli indoor e 2 quelli nella corsa campestre.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here