La canonizzazione di Nicolò Politi il 7 giugno 1507

Nato ad Adrano, comune in provincia di Catania, Nicolò Politi fu accolto dai propri genitori come un vero e proprio miracolo (entrambi, Albidoro e Albina, fortemente devoti) e lui sin da piccolo si avvicinò a preghiera (era devoto alla Vergine Maria) e penitenza, non facendo mancare anche opere di carità nei confronti del prossimo.

Deciso a rimettere il suo destino nelle mani di Dio, rifiutò di sposare una fanciulla di buona famiglia scelta dai genitori, fuggì dalla propria casa e si rifugiò all’interno di una grotta nei pressi dell’Etna. Iniziò così la sua vita da eremita.

Morì nel 1167 ad Alcara Li Fusi e fu canonizzato il 7 giugno da papa Giulio II, che ne autorizzò il culto e le celebrazioni.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here