Sogni una villa in campagna ma hai paura dei ladri? L’antifurto perimetrale fa al caso tuo!

Ha fatto il giro del mondo suscitando molto clamore la vicenda del gruppo di ragazzi americani ossessionati da vip come Lindsay Lohan, Paris Hilton e Orlando Bloom che sono riusciti ad introdursi nelle loro lussuose ville hollywoodiane mettendo a segno furti per un totale di 3 milioni di dollari. I media statunitensi hanno ribattezzato la banda di delinquenti “The Bling Ring” e la regista di “Lost in Translation”, Sofia Coppola, ha persino voluto dedicare un film a questo storia divenuta in breve tempo un caso mediatico.

Viene da domandarsi come questo manipolo di ragazzi poco più che adolescenti, e non ladri professionisti, sia riuscito ad introdursi senza problemi nelle blindatissime abitazioni di questi personaggi. Erano forse sprovviste di adeguati sistemi di sorveglianza?

Al giorno d’oggi essere vip non è una condizione necessaria e fondamentale per avere il privilegio di ricevere la visita dei topi d’appartamento. Molto spesso i ladri tendono a privilegiare l’incursione in villette, o comunque le abitazioni più isolate per meglio riuscire a mascherare i loro misfatti; meglio ancora se dotate di un cortile da cui potersi introdurre senza dare troppo nell’occhio dei passanti o del vicinato. Stanchi di subire continui furti, molte persone hanno persino deciso di vendere la loro amata villa fuori città per trasferirsi in più sicuri condomini, magari con servizio di vigilanza dedicato.

La moderna tecnologia ha sviluppato delle soluzioni che, grazie a un sensore perimetrale, anticipano l’azione del malintenzionato, rilevando la sua presenza e facendo scattare l’allarme prima che si avvicini alla casa. Questo rivoluzionario dispositivo è dotato di una fotocamera di alta sicurezza che capta le immagini dell’intruso e le invia ad un’apposita Centrale Operativa H24 per essere valutate da esperti in materia di sicurezza e provvedere agli interventi più idonei.

In riferimento all’ultimo decennio, il picco di furti è stato registrato nel 2014, anno in cui le effrazioni nelle case italiane hanno toccato il record di 255.886, mentre la quota 200 mila è stata superata nel 2011 con ben 204.891.

Si è passati così dai 141.601 furti del 2006 a un periodo relativamente stabile, il biennio 2008-2009, con poco più di 150 mila fino a raggiungere i poco incoraggianti valori odierni. Nell’arco temporale compreso tra il 2006 e il 2015, i furti sono stati 1.963.486. Cifre rilevanti e preoccupanti che collocano il Belpaese nella parte alta della graduatoria europea se si considera il tasso di furti in abitazione.

Fonte:http://www.corriere.it/cronache/17_marzo_02/due-milioni-furti-casa-10-anni-ecco-numeri-confronto-ue-statistiche-a9b21c50-ff1d-11e6-9d9a-77b6de6db49f.shtml

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here