Villa Pamphilj, Campidoglio punta valorizzazione Giardino dei Giusti


In una delle zone più suggestive di Villa Pamphilj, il Giardino dei Giusti di Roma, idea nata e proposta dalle associazioni onlus Gariwo e AdeiWizo, vuole ricordare i Giusti, le persone che in tutti i genocidi e totalitarismi si sono prodigati per difendere la dignità umana e contrastare ogni forma di pregiudizio, anche rischiando la vita. La Giunta Capitolina intende dare impulso a questi valori e affermare l’importanza del giardino perché diventi, anche tra le nuove generazioni, simbolo di pace e nonviolenza. Oltre alla piantumazione di alberi – ogni anno ne verranno piantati 5 in memoria delle personalità che verranno insignite del titolo di Giusto – si realizzerà un’aula didattica all’aperto per aiutare i giovani delle scuole romane a riflettere sui valori di libertà, democrazia e salvaguardia dei beni comuni.

Dal 2012, il 6 marzo, viene celebrata la Giornata europea in memoria dei Giusti e per l’occasione vengono proposte una serie di iniziative per attualizzare la memoria. Il primo Giardino dei Giusti della storia è nato a Gerusalemme, nel 1962, e si trova nel Museo Yad Vashem. La sua ricerca ha portato negli anni alla commemorazione di 20.000 personalità (di cui 295 italiane).

Con questa iniziativa si intende onorare chi si batte per contrastare ogni forma di ingiustizie e sopraffazione e sottolineare il ruolo che ciascuno di noi può svolgere per promuovere diritti fondamentali”, dichiara  vicesindaco e Assessore alla Crescita Culturale Luca Bergamo.

Ad indicare ogni anno i nominativi dei cinque da insignire sarà il comitato scientifico ad hoc istituito dal Campidoglio, presieduto dalla sindaca Virginia Raggi e composto da Anna Foa, Riccardo Di Segni, Giovanni Maria Flick, Antonio Riccardi, Gianni Celestini e Massimiliano Atelli.

Qui non si tratta solo di valorizzare un’area verde, ma vogliamo fare di questo spazio pubblico un luogo di memoria, di incontro e di dialogo dove vengono organizzate iniziative per mantenere vivi gli esempi dei Giusti. Il nostro servizio Giardini metterà a disposizione gli arbusti e le targhe commemorative”, spiega l’Assessora alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale Pinuccia Montanari.

“L’iniziativa rivolge uno sguardo particolarmente attento alle scuole, con l’obiettivo di educare le giovani generazioni ai valori di libertà e democrazia e salvaguardando i beni comuni. Per questo intendiamo valorizzare il Giardino anche realizzando un’aula didattica all’aperto che costituisca un esempio costante e uno spunto di riflessione per ricordare le azioni di cui i giusti si sono resi protagonisti. Le scuole si confermano quindi elemento nevralgico per qualsiasi percorso finalizzato a veicolare messaggi di crescita culturale”, commenta l’Assessore alla Persona, Scuola e Comunità solidale di Roma Capitale Laura Baldassarre.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here