Campidoglio, al via progetti per integrare attività didattica. Scuole potranno aderire entro 29 settembre


/Roma, 17 luglio 2017/- Promuovere opportunità di crescita e di sviluppo
del senso critico, tramite occasioni ed eventi che educhino alla
*cittadinanza attiva*e alla*partecipazione*. Con questo obiettivo
l’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale, assieme alla
Commissione capitolina Scuola, presenta un ampio e variegato ventaglio
di proposte educative e formative finalizzate a integrare l’attività
didattica degli istituti di ogni ordine e grado.

In particolare l’iniziativa intende individuare progettualità in*6
ambiti tematici*: ambiente e stili di vita; diritti; intercultura; pace;
cultura e arte; storia e memoria. Le proposte perseguono precise finalità:

– Realizzare percorsi didattici volti a favorire l’approfondimento di
specifiche tematiche e l’arricchimento della formazione individuale
degli studenti;

– Attuare modalità di apprendimento, che pur rientrando nel profilo
culturale ed educativo, mettano i giovani nelle condizioni di
sperimentare modalità alternative e maggiormente partecipate e
inclusive, nel rispetto dell’identità umana, della legalità, del rifiuto
della violenza e di ogni tipo di pregiudizio;

– Promuovere la conoscenza e l’approfondimento delle vicende storiche
che hanno segnato il Novecento, affinché il passato costituisca
un’opportunità di riflessione;

– Valorizzare e garantire continuità al rapporto tra l’amministrazione
capitolina e le realtà territoriali

L’adesione è aperta a tutte le realtà associative
cittadine*(associazioni, società, cooperative, enti pubblici e
privati*), nonché dalle*società di Roma Capitale*. Le attività
proposte saranno svolte a titolo gratuito e sempre nel rispetto
dell’orario dell’attività didattica. Ogni istituto potrà inviare entro
il*29 settembre*le schede di partecipazione ai progetti, che sono
elencati e descritti:
www.comune.roma.it/resources/cms/documents/Mappa_dei_progetti.pdf

“/Rispetto agli scorsi anni, abbiamo anticipato i tempi della
presentazione delle domande. Una scelta che si sposa con la nostra
volontà di puntare su una più attenta programmazione, in modo da
incrementare la qualità della proposta. Vogliamo che le scuole
rappresentino un luogo di crescita a 360 gradi, anche oltre l’orario
curriculare, proponendo iniziative legate ai territori e in grado di
rendere il sistema scolastico un pilastro della partecipazione attiva e
della comunità solidale/”, spiega l’assessora alla Persona, Scuola e
Comunità Solidale*Laura Baldassarre*.

“/L’anticipazione dei tempi ci ha consentito di mettere a punto una
mappatura dettagliata e puntuale di tutte le realtà attive sul
territorio cittadino. Possiamo così focalizzare e classificare le
proposte didattiche dei diversi soggetti, costruendo così forti
connessioni e sinergie che metteranno la scuola in connessione con le
componenti più sane e interessanti della comunità. La qualità della
formazione scolastica è strettamente legata anche alle attività proposte
dall’associazionismo e dalla cittadinanza, il cui contributo proattivo è
determinante/”, sottolinea la presidente della Commissione Capitolina
Scuola*Maria Teresa Zotta*.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here